FANDOM


"Sposa di Námo. La Tessitrice la quale iscrive nelle sue reti istoriate tutte le cose che mai sian state nel Tempo, e le aule di Mandos, che sempre più si dilatano a mano a mano che le ore passano, ne sono tappezzate."
—Vairë, Silmarillion
Vairë la Tessitrice è una Ainur ed è una delle Valier, ovverosia una delle Regine dei Valar oltre ad essere la moglie di Námo, il severo Giudice dei Valar, e dimora con lui presso le Aule di Mandos.

É la patrona della tessitura e custode della storia del mondo, ma non viene annoverata tra i Fëanturi.

Etimologia Modifica

Vairë in Quenya significa "Tessitrice" e a Valinor è conosciuta anche col nome di Wairë. In Sindarin è nominata Gwîr.

Poteri e attributi Modifica

Ella è la moglie di Mandos, e benchè non sia così grande in potere e prestigio rispetto alle altre Valier, ad ella spetta il compito di tessere la storia di Arda ricoprendo con i suoi arazzi i muri delle Aule di Mandos, dove apparentemente vive. Con il passare del tempo e delle molte ere, i suoi arazzi si espandono e andranno a rivestire tutte le pareti delle Case dei Morti fino alla fine dei tempi.

Storia Modifica

Tra tutte le Valier, Vairë è forse la meno conosciuta. Sposò Námo all'epoca della sua discesa in Arda e quando le Aule di Mandos furono terminate vi si trasferì con il marito.

Dopo che Míriel si reincarnò la Valier, riconoscendo il suo talento per la tessitura, l'accolse nel suo seguito e da allora la madre di Fëanor siede presso Vairë tessendo la storia della Casa di Finwë.



[
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.