FANDOM


Tharbad era una città costruita dai Dúnedain nella Seconda Era lungo il corso del fiume Gwathló nell'Eriador. Col tempo sostituì per importanza e grandezza la città portuale di Vinyalondë, divenendo l'insediamento più importante dell'Arnor meridionale e poi del Cardolan. Dopo la distruzione portata da Angmar la città decadde e fu abbandonata, tanto che alla fine della Terza Era non rimanevano che rovine infestate dalla vegetazione e da animali.

Etimologia Modifica

Il nome Tharbad era di origine Sindarin che significa "Strada di passaggio" in riferimento al fatto che sorgeva sul più grande e comodo guado del fiume Gwathló.

Descrizione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi la voce Ponte di Tharbad.

Non si hanno molte informazioni riguardo alla struttura della città. Come Osgiliath a Gondor, Tharbad sorgeva nei pressi del più comodo e grande guado di un grande fiume, in questo caso il Gwathló, cosa che la rendeva una città strategica per i Dúnedain e i commerci tra il nord e il sud della Terra di Mezzo. Si estendeva probabilmente su entrambe le sponde del fiume ed era circondata da imponenti opere di fortificazione. Gli edifici dovevano essere di pietra secondo il costume numenoreano, ma non è escluso che vi fossero anche abitazioni di legno. Sembra che un grande ponte di pietra collegasse le due sponde e che questo fosse abbastanza largo da far passare due carri appaiati. É probabile inoltre che i Re del Cardolan, regnò di cui divenne la principale città dopo la divisione di Arnor, vi avessero un palazzo che ospitava la corte itinerante.

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Dúnedain e Uomini.

La popolazione della città era originariamente composta per la maggior parte da coloni Dúnedain di Númenor. Nel corso dei secoli agli originari abitanti si aggiunsero anche molti Uomini Mediani (affini sia alla stirpe degli Uomini del Nord che agli Haladin) e vi furono molti matrimoni misti tra le due stirpi. In seguito alla presa di potere degli Uomini del Re a Númenor, molti altri Dúnedain della fazione degli Elendili giunsero in città per sfuggire alle persecuzioni, venendo accolti come fratelli. A seguito della distruzione dell'Ovesturia la città fu raggiunta da altri superstiti Dúnedain e fu il punto di approdo di Elendil, prima che questi proseguisse verso nord. Dopo la caduta di Arnor la città continuò ad essere abitata per un periodo, ma si trattava soprattutto di Dunlandiani e bande di briganti ed essa decadde in poco tempo.

Storia Modifica

Origini e Seconda Era Modifica

La città fu fondata dai Dúnedain di Númenor alcuni secoli dopo la città di Lond Daer Enedh. In poco tempo superò d'importanza l'antica città fondata da Tar-Aldarion e divenne il principale porto Numenoreano nel nord della Terra di Mezzo. La città acquisì sempre maggiore prestigio e la sua popolazione crebbe rapidamente, anche grazie all'apporto di molti Uomini Mediani che decisero di inurbarsi e unirsi ai Dúnedain. A seguito della presa di potere degli Uomini del Re molti degli Elendili abbandonarono Númenor per sottrarsi alle persecuzioni e chi non si diresse a Pelargir prese la via di Tharbad. Con la Caduta di Númenor e la formazione del regno di Arnor, Tharbad divenne la più importante città portuale dei Regni in Esilio assieme a Pelargir.

Terza Era Modifica

Il regno di Cardolan e la caduta Modifica

Nel 861 TE vi fu la divisione di Arnor nei tre regni dell'Arthedain, del Rhudaur e del Cardolan. La città fu dunque assegnata a quest'ultimo regno e, grazie alla politica accorta dei sovrani, continuò a crescere in ricchezza grazie anche al fatto di essere il principale punto di approdo e di passaggio delle rotte commerciali marittime e di terra tra l'Eriador e Gondor. Con la vittoria del Re Stregone contro il Cardolan la città cominciò a decadere: i Dúnedain rimasti fuggirono a nord nell'Arthedain o a sud a Gondor, mentre anche gli Uomini Mediani cominciarono ad abbandonare la città, finché essa non si ridusse a poche migliaia di abitanti. Il colpo di grazia per la città tuttavia avvenne con la fine della Pace Vigile nel 2463 TE, quando gli Orchi e gli Uomini del Dunland, aizzati da Sauron, ripresero le loro scorrerie nell'Eriador. La città venne dunque definitivamente abbandonata e cadde in rovina, divenendo una città fantasma in rovina, rifugio di briganti e di qualche Ramingo di passaggio.

Quarta Era Modifica

Non si conosce di preciso cosa accadde alla città dopo la riunificazione dei Reami di Gondor e Arnor per opera di Re Elessar. Probabilmente fu ricostruita e ripopolata con l'ausilio di coloni da Gondor e il ritorno dei Raminghi del Nord.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.