FANDOM


Il Saccheggio di Pelargir, noto anche come Incursione di Pelargir, fu un sanguinoso attacco condotto dai Corsari di Umbar, guidati dai fratelli Angamaitë e Sangahyando, contro il porto di Pelargir. Fu una battaglia molto sanguinosa, anche perché i corsari colsero di sorpresa la guarnigione, nella quale trovò la morte anche il Re di Gondor Minardil; inoltre i corsari ottennero un enorme bottino che riportarono a Umbar.

Antefatti Modifica

Nel 1551 TE Hyarmendacil II aveva duramente battuto i Corsari di Umbar in quella che viene ricordata come la Prima Guerra Corsara e, sebbene non fosse riuscito a riportare una vittoria definitiva, aveva imposto gravose condizioni a Umbar alimentando sentimenti revanscisti. I Corsari passarono gli ottant'anni successivi a preparare la propria vendetta ma i piani subirono fasi alterne, finché non giunsero al potere i fratelli Angamaitë e Sangahyando, discendenti di Castamir. Questi riorganizzarono le flotte e attesero il momento propizio per attaccare, inviando spie a Gondor che li tenessero informati sui movimenti del Re. Quando seppero che Minardil si trovava a Pelargir e che questa era sguarnita colsero l'opportunità e salparono alla volta della città.

La battaglia Modifica

La flotta riuscì a giungere non vista al largo di Pelargir il 4 maggio del 1634 TE. I due capitani dei corsari divisero le loro forze: Sangahyando avrebbe condotto un attacco diversivo da terra, mentre Angamaitë approfittando della confusione sarebbe entrato in porto con la flotta. Il piano ebbe successo e il 6 maggio le orde dei corsari dilagarono per la città e la battaglia si trasformò in uno scontro casa per casa. Nei combattimenti che seguirono vi furono inaudite violenze e saccheggi: enormi tesori vennero depredati, mentre Minardil cadde in combattimento assieme alla maggior parte dei membri della Guardia Reale. I Corsari tuttavia non si fermarono a lungo e ripresero il mare il giorno successivo, riuscendo a fuggire prima dell'arrivo dell'Esercito di Gondor.

Conseguenze Modifica

Fu probabilmente una delle peggiori sconfitte della storia di Gondor. Il saccheggio del principale porto del regno e la morte del Re Minardil furono un colpo durissimo per i Dúnedain del Sud, dal quale faticarono moltissimo per riprendersi. Per diversi anni i Corsari di Umbar furono i padroni incontrastati delle coste del Belfalas, prima che Gondor potesse reagire. Dovranno passare en 176 anni prima che Telumhetar Umbardacil vendichi questa sconfitta.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.