FANDOM


Il Passo di Aglon, noto anche come Gola di Aglon, era un passo montano tra il Dorthonion e le alture occidentali della catena dell'Himring nel Beleriand nord-orientale. Durante la Prima Era fece parte della Marca di Maedhros, per poi essere sommerso dal mare assieme alla Guerra d'Ira come buona parte del Beleriand.

Etimologia Modifica

Il nome Aglon deriva dal Sindarin e significa letteralmente "Stretto Passo".

Descrizione Modifica

Matěj Čadil - Aglon

Il passo di Aglon fortificato in un'illustrazione di Matêj Čadil

Come detto prima il passo era collocato nel Beleriand nord-orientale tra il Dorthonion e le alture occidentali della catena dell'Himring. Era lungo circa sei miglia con il lato occidentale posto nell'altopiano del Dorthonion, e caratterizzato da alte pareti di roccia; si trattava di una regione assai fredda, poiché dal nord soffiava quasi sempre un vento pungente. I Figli di Fëanor Celegorm e Curufin fortificarono il luogo costruendovi un castello e delle mura che bloccavano l'accesso.

Storia Modifica

Quando i Figli di Fëanor fondarono la Marca di Maedhros a Celegorm e Curufin fu affidato il compito di sorvegliare questo passo, di importanza vitale in quanto uno sfondamento da questo lato avrebbe messo in pericolo l'intero fronte orientale dei Noldor. I due fratelli fortificarono la gola costruendo una fortezza e una diga per impedire l'accesso agli indesiderati. Inoltre essi tenevano altre forze di riserva nell'Himlad e la fortezza di Maedhros sorgeva ad appena dieci miglia di distanza, permettendogli di accorrere velocemente in caso di emergenza.

Nel 455 PE le forze dei Noldor vennero travolte nella Dagor Bragollach e nel marasma generale le forze di Morgoth riuscirono a sfondare le difese del passo, costringendo alla fuga le forze di Celegorm e Curufin che si ritirarono presso la Fortezza di Maedhros per riorganizzarsi. In seguito il passo venne riconquistato, ma nel 472 PE a seguito della Nirnaeth Arnoediad venne definitivamente perduto e mai più ripreso.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.