FANDOM


Il Nandorin era la lingua parlata dal popolo dei Nandor, quei Teleri che durante il Grande Viaggio scelsero di non proseguire e stabilirsi invece sulle rive dell'Anduin sotto la guida di Lenwë.

Etimologia Modifica

Il termine Nandorin significa letteralmente "Lingua dei Nandor". Dai suoi locutori era chiamato anche Danian.

Caratteristiche Modifica

Ben poco si sa di questa lingua che non fu molto sviluppata dal Professore, tuttavia le sue influenze permangono in alcuni nomi di luogo e di persona tra cui:

  • Alm
  • Beorn
  • Cogn
  • Dan
  • Denethor
  • Enel
  • Galad
  • Lórinand
  • Snãd
  • Urc
  • Ūrif
  • Wing

Storia Modifica

Il Nandorin nacque nella Terra di Mezzo tra quei Teleri che decisero di non proseguire il Grande Viaggio, stabilendosi nel territorio della Valle dell'Anduin sotto la guida di Lenwë. Non venendo in contatto nè con il Valarin nè con gli altri linguaggi sviluppati dagli Elfi, per molto tempo si mantenne abbastanza simile al Telerin anticamente parlato presso il Cuivienen. Verso la fine degli Anni degli Alberi alcuni Nandor si stabilirono nella regione dell'Ossiriand sotto la guida di Denethor, ed integrarono nel proprio linguaggio alcune parole del Sindarin dando vita ad un dialetto conosciuto come Nandorin Occidentale. Siccome i Nandor furono i primi Elfi con i quali gli Uomini vennero in contatto al loro risveglio, è probabile che il Taliska, la lingua dalla quale si sviluppò poi l'Adûnaico, sia stato fortemente influenzato dal Nandorin. Con la migrazione dei Sindar e dei Noldor dal Beleriand distrutto, il Nandorin nel corso della Seconda e Terza Era fu gradualmente sostituito dal Sindarin fin quasi a scomparire. Alla fine della Terza Era sembra che gli unici a parlarlo ancora fossero i sudditi di Thranduil nel Reame Boscoso e alcuni dei Galadhrim.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.