FANDOM



Núrn  è una delle regioni che formano il regno di Mordor, reame dell'Oscuro Signore Sauron. Viene descritta come una terra fertile e meno intaccata dalle eruzioni del Monte Fato e dall'influenza maligna dell'Oscuro Signore.

In questa terra legioni di schiavi umani coltivano sterminati campi e lavorano nelle miniere per sfamare e armare le immense armate di orchi accampate nel Gorgoroth. Dopo la Guerra dell'Anello e la sconfitta di Sauron, Re Elessar donò questa terra agli ex-schiavi di Mordor rendendoli indipendenti.

Etimologia Modifica

La regione prende probabilmente il nome dal grande lago di Núrnen; in Sindarin il termine Núrn significa letteralmente "lamento", quindi ci si può riferire a questa regione anche col nome di "Terra del Lamento".

Descrizione Modifica

Núrn è la più grande e la più meridionale delle regioni che formano il regno di Mordor. Circondata a ovest e a sud dalla catena montuosa degli Ephel Duath tale regione, a differenza di Udûn e Gorgoroth, non è stata intaccata dalle ceneri e dai lapilli del Monte Fato e l'influenza di Sauron non è stata tale da seccare la fauna e la flora che, anzi, vi crescono rigogliose. Per tale motivo Núrn era stata adibita dall'Oscuro Signore a immenso granaio per i suoi eserciti, e legioni di schiavi umani erano adibiti alla coltivazione degli sterminati campi di grano o all'estrazione di risorse dalle cave o dalle miniere. Al centro della regione si trova il lago di Núrnen, noto anche come Mare Interno di Núrnen, il secondo lago più grande della Terra di Mezzo alimentato da quattro fiumi dei quali tuttavia non si sa il nome.

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Uomini e Numenoreani Neri.

La regione era l'unico luogo del regno di Mordor che permettesse la sopravvivenza di esseri umani che, a differenza degli Orchi, non sarebbero stati i grado di sopportare le condizioni estreme dei territori di Udûn e Gorgoroth. Gli uomini catturati dai servi di Sauron nel corso delle incursioni contro Gondor o i popoli del Nord o dell'Est della Terra di Mezzo venivano tutti convogliati in questa regione, dove erano costretti a coltivare i campi e ad allevare il bestiame necessario al mantenimento degli eserciti di Mordor. In questa regione viveva inoltre una forte comunità di Númenóreani Neri che, scampati alla distruzione di Númenor, avevano scelto di servire l'Oscuro Signore, il quale li aveva ricompensati con delle terre intorno al lago di Nurn.

Storia Modifica

Poco si conosce della storia di questa regione:probabilmente fin dall'inizio venne destinata da Sauron come granaio per i propri eserciti e residenza per i propri servitori umani, non in grado di sopportare le condizioni estreme del Gorgoroth. Probabilmente conobbe un momento di indipendenza durante l'assenza di Sauron dalla Terra di Mezzo, ma il ritorno dell'Oscuro Signore e il declino di Gondor ristabilirono in breve la situazione precedente.

Dopo la Guerra dell'Anello e la sconfitta di Sauron, Re Elessar donò la regione agli ex-schiavi dell'Oscuro Signore ma non è chiaro se abbia formato un'entità indipendente o sia stata annessa a Gondor.

Adattamenti Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.