FANDOM


Il Monte Taras è uno dei principali rilievi del Beleriand occidentale. Situato alla fine degli Ered Wethrin e affacciato sul Grande Mare, la montagna ospitò le aule di Vinyamar fino a quando Turgon e il suo popolo le abbandonarono per poi trasferirsi a Gondolin.

Etimologia Modifica

Non si sa se il nome Taras sia da attribuirsi ai Noldor oppure ai Sindar del Beleriand: infatti il nome esiste sia in Quenya che in Sindarin e significa rispettivamente "Grande costruzione torreggiante" e "Montagna".

Descrizione Modifica

Il Monte Taras viene descritto come una grande e oscura montagna la cui cima rimane perennemente avvolta da oscure nubi. Esso si erge su un promontorio che da direttamente sul Grande Mare.

La città di Vinyamar sorgeva fra le pendici del monte e si affacciava direttamente sul Mare.

Popolazione Modifica

Poichè vi si trovava la città di Vinyamar, il Monte Taras ospitava Noldor, diretti sudditi di re Turgon, ma anche Sindar. Ne Il Silmarillion si legge di come attorno ad esso vi vivessero molti Elfi Grigi nella parte Sud Occidentale nel tempo dell'avvento dei Noldor ed Ulmo ed Ossë erano soliti venire ivi in tempi antichi. Inoltre in questo luogo la mescolanza tra elfi Sindar ed elfi Noldor avvenne con la massima rapidità.

Storia Modifica

Arrivo di Tuor a Vinyamar

Quando i Noldor ritornarono nella Terra di Mezzo, Turgon guidò una schiera del suo popolo nel Nevrast e si stabilì ai piedi del monte dove costruirono la città di Vinymar. Tuttavia la città venne abbandonata nel 116 PE dopo che venne terminata la costruzione di Gondolin e Turgon vi si trasferì coi suoi sudditi. Oltre trecento anni dopo l'abbandono, l'eroe Tuor venne guidato da dei cigni verso il Monte Taras, raggiungendo le antica aule di Turgon dove il Re aveva lasciato per lui una corazza e delle armi, e sulla costa poco distante dalla montagna ebbe il suo incontro con Ulmo.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.