Tolkienpedia

Ciao! Benvenutə su Tolkienpedia banner black.png , la più grande enciclopedia italiana su Tolkien, scritta dai fan per i fan!

Vuoi scrivere o correggere un articolo? Vuoi fare qualche domanda nel nostro forum? Oppure vuoi semplicemente navigare sul sito senza pubblicità? Registrati, è gratis!

LEGGI DI PIÙ

Tolkienpedia
Advertisement
Tolkienpedia

"«Non è facile per noi vedere la differenza tra le opere di due Mortali [...]. A una pecora le altre pecore appaiono senza dubbio diverse [...] e anche al pastore. Ma i Mortali non sono mai stati per noi oggetto di studio.»"
—Lindir replica a Bilbo, Il Signore degli Anelli, libro II, cap. I, "Molti Incontri"

Lindir era uno degli Elfi che risiedevano a Gran Burrone.

Etimologia[]

Lindir è un nome Sindarin che significa "uomo della musica". Deriva infatti da lind (musica) e dîr (uomo).

Biografia[]

Lindir compare in una sola scena de Il Signore degli Anelli. Riuniti nel Salone del Fuoco di Imladris, gli Elfi di Gran Burrone insieme agli Hobbit e agli ospiti di Elrond udirono cantare un poema sui viaggi di Eärendil scritto dallo stesso Bilbo con l'aiuto di Aragorn. Al termine del canto Lindir, per poter meglio giudicare la canzone, affermò di volerla sentire da capo. L'anziano Hobbit rispose dicendo di essere troppo stanco per ripeterla, venendo scherzosamente canzonato dagli Elfi che rimarcarono come fosse instancabile ogniqualvolta si trattava di recitare i propri componimenti. Bilbo allora chiese agli Elfi quali versi fossero stati composti da lui e quali da Aragorn e non ricevendo risposta, mise in dubbio le loro capacità di giudizio poiché Uomini e Hobbit erano tanto diversi quanto una mela da un pisello. Lindir allora spiegò che agli occhi di un Elfo i mortali e le loro opere paiono tutte molto simili come potrebbero esserlo le pecore di un gregge sebbene, dal punto di vista di una pecora o di un pastore, le altre pecore appaiano senza dubbio l'una diversa dall'altra[1].

Dato l'etimo del suo nome, Lindir era forse uno dei menestrelli di Imladris.

Adattamenti[]

Lo Hobbit: Un viaggio inaspettato (2012)[]

Nel primo film della Trilogia de "Lo Hobbit" di Peter Jackson Lindir è interpretato dall'attore Bret McKenzie. Accoglie Gandalf, Thorin e la sua Compagnia a Gran Burrone al posto del suo signore Elrond, in quel momento assente per una battuta di caccia. Successivamente, informa Elrond che la Compagnia ha lasciato Gran Burrone di nascosto.

Bret McKenzie aveva già interpretato nella Trilogia de "Il Signore degli Anelli" un elfo di Gran Burrone, a cui è era stato dato il nome di Figwit dai fan.

Note[]

  1. Il Signore degli Anelli, La Compagnia dell'Anello, Molti Incontri, p. 301
Advertisement