FANDOM


"Poi uno si levò fra la schiera di Olwë, che sempre sta- va all'estrema retroguardia; e il suo nome era Lenwë. Abbandonò costui il cammino verso ovest, e condusse via con sé numerose genti, andando verso sud lungo il grande fiume, e i loro simili ne perdettero ogni traccia per molti e molti anni. "
—Lenwë, il Silmarillion

Lenwë fu un elfo della stirpe dei Teleri che visse nella Terra di Mezzo durante gli Anni degli Alberi. Durante il Grande Viaggio una parte dei Teleri, in seguito noti come Nandor decise di non proseguire e stabilirsi presso il corso dell'Anduin. Questi scelsero Lenwë come proprio Re, il quale da allora li governò. Il suo destino è sconosciuto, ma alcuni pensano che sia stato ucciso da Morgoth o da Sauron.

Etimologia Modifica

Il nome Lenwë è di origine Quenya ma il suo significato non è molto chiaro: potrebbe significare "Colui che parte". Altri suoi nomi sono Denweg e Dan.

Biografia Modifica

Come per tutti i primi Elfi è difficile stabilire se fosse tra coloro che si svegliarono presso il lago Cuiviénen, oppure se sia nato dopo. Data l'assonanza del suo nome con quello di Elwë e Olwë è probabile che fosse loro fratello e dunque uno dei figli di Enel. Durante il Grande Viaggio alcuni dei Teleri decisero di non proseguire e di stabilirsi presso la Valle dell'Anduin. Divennero in seguito noti come Nandor e Lenwë divenne il loro Re. Questi ebbe un figlio che fu chiamato Denethor, il quale verso la fine degli Anni degli Alberi guidò una parte dei Nandor dapprima nell'Eriador, e poi nel Beleriand dove divennero noti come Elfi Verdi. Non si conosce il destino di Lenwë, ma sembra che sia stato uno dei primi Elfi a venire in contatto con gli Uomini dopo il loro risveglio. Alcuni ipotizzano che sia stato ucciso da Morgoth o da uno dei suoi servitori nel periodo in cui l'Oscuro Signore si recò a Est per cercare di corrompere gli Uomini.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.