FANDOM


"Tre persone grandi e grosse stavano sedute attorno a un gran fuoco di ceppi di faggio.Stavano arrostendo dell'abbacchio su lunghi spiedi di legno e si leccavano il sugo dalle dita.C'era nell'aria un profumino appetitoso, e c'era anche un barilotto di buona birra a portata dimano, ed essi la bevevano in grandi boccali. Ma erano Uomini Neri. Senza possibilità d'errore. Perfino Bilbo, nonostante la sua vita ritirata, poteva rendersene conto: dalle loro grosse facce volgari, dalla loro taglia e dalla forma delle loro gambe, per non parlare del loro linguaggio che non era per niente salottiero, proprio per niente."
Lo Hobbit, cap. II, "Montone arrosto".

Guglielmo, Berto e Maso sono un trio di Troll delle Colline che vengono incontrati da Bilbo e dai Nani durante il loro viaggio verso Imladris.

Essi catturarono Thorin e la sua Compagnia e sarebbero stati intenzionati a mangiarli ma, grazie all'astuzia di Gandalf, persero tempo a discutere su come cucinarli e l'alba li colse lontano dalla propria caverna e li tramutò in pietra.

Storia Modifica

L'Avventura della Montagna SolitariaModifica

"«Montone ieri, montone oggi e che mi caschi un occhio in mano se non ci avremo montone pure domani» disse uno dei Troll. «Neanche un pezzettino da niente di carne d'uomo, ci abbiamo avuto quest'ultimi tempi!» disse il secondo. « Che diavolo gli è venuto in mente a Guglielmo di portarci da 'ste parti, io proprio non lo capisco! E tra un po' rimaniamo anche senza bere!» disse urtando il gomito di Guglielmo che stava bevendo un sorso dal suo boccale. A Guglielmo andò di traverso la birra. «E chiudi il becco!» disse appena poté. «Che ti credi,che la gente passa di qua solo per farsi mangiare da te e Berto? Tra di voi vi siete mangiati un paese e mezzo, da quando siamo scesi dalle montagne. E ancora non sei contento? Eppure ci sono stati i tempi, quando altroché se m'avresti detto grazie per un bel tocchetto di montone tenerello come questo! ». E con un morso staccò un bel pezzo di carne da una zampa della pecora che stava rosolando e si asciugò le labbra con la manica."
—Guglielmo, Berto e Maso discutono, Lo Hobbit, cap. II, "Montone arrosto".
I tre troll erano originari degli Erenbrulli e come tutti i loro simili spesso compivano delle incursioni nell'Eriador, saccheggiando e uccidendo.

Nel 2941 TE erano accampati cucinando abbacchio, quando catturarono Bilbo che tentava di borseggiarli per guadagnarsi la fiducia di Thorin e la sua Compagnia. Appurato che l'hobbit aveva dei compagni tesero un agguato ai Nani e li catturarono l'uno dopo l'altro infilandoli in dei luridi sacchi con l'intento di divorarli.

Tuttavia Gandalf, che si era spinto in avanti per parlare con gli Elfi (dai quali aveva appreso della presenza di troll nella zona) era tornato indietro e servendosi della sua magia riuscì a far perdere tempo ai troll che stettero fino all'alba a discutere su come cucinare e vennero colti dall'alba e tramutati in pietra.

In seguito la Compagnia trovò il loro covo e, oltre a Glamdring, Orcrist e Pungolo, vi trovò anche un discreto tesoro che seppellì poco distante. Durante il viaggio di ritorno da Erebor il tesoro fu recuperato da Bilbo, che se ne servì per ricomprare i suoi mobili che erano stati messi all'asta, e a pagare le spese legali per sostenere di essere ancora vivo.

L'avventura dell'Anello Modifica

I tre troll ne Il Signore degli Anelli by Denis Gordeev

Dopo il ferimento di Frodo ad Amon Sûl, Aragorn guidò gli hobbit verso est cercando di muoversi il più rapidamente possibile e di evitare le strade. Costretti a fare una sosta si trovarono casualmente a sostare nello stesso punto dove sessant'anni prima i tre troll erano stati tramutati in pietra e questi erano ancora lì.

Inizialmente Merry, Pipino e Sam si spaventarono credendo che i tre fossero vivi e vegeti, ma Aragorn fugò loro ogni dubbio spezzando un robusto bastone sulla schiena pietrificata di uno dei troll e facendo ridere di gusto Frodo.

Adattamenti Modifica

Lo Hobbit (1977) Modifica

In questo film i tre troll appaiono come grosse e grasse bestie barbute molto stupide e dotate di zanne.

Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell'Anello (2001) Modifica

Stoned Trolls 2001

Nella versione estesa del primo film della trilogia di Peter Jackson si può osservare la scena della sosta di Aragorn e dei quattro hobbit nei pressi dei troll pietrificati.

In questo adattamento è Sam a far notare ai compagni dove si trovano dicendo: "Guardate Signor Frodo! Sono i troll del Signor Bilbo!".

Lo Hobbit, Un Viaggio Inaspettato (2012) Modifica

The Hobbit Trolls 2012

I tre troll compaiono nel primo film della trilogia di Peter Jackson doppiati da Peter Hambleton (Guglielmo), Mark Hardow (Berto), e William Kircher (Maso).

In questo adattamento vengono presentati abbastanza fedelmente rispetto al libro, anche se il momento della cattura dei Nani, che nel romanzo vengono presi uno alla volta, avviene dopo uno scontro terminato quando i troll catturarono Bilbo e minacciarono di ucciderlo se Thorin e i suoi compagni non avessero deposto le armi.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.