Tolkienpedia

Ciao! Benvenutə su Tolkienpedia banner black.png, la più grande enciclopedia italiana su Tolkien, scritta dai fan per i fan!

Vuoi scrivere o correggere un articolo? Vuoi fare qualche domanda nel nostro forum? Oppure vuoi semplicemente navigare sul sito senza pubblicità? Registrati, è gratis!

LEGGI DI PIÙ

Tolkienpedia
Advertisement

Glamdring, detta anche "Martella Nemici", era una spada ad una mano e mezza forgiata per Turgon Re di Gondolin durante la Prima Era. Successivamente la spada andò perduta e riapparve nella Terra di Mezzo dove venne utilizzata da Gandalf durante la Guerra dell'Anello.

Etimologia

Glamdring è una parola Sindarin che significa letteralmente "Martella Nemici", mentre gli Orchi la soprannominarono semplicemente Martello per la ferocia con la quale essa si abbatteva su di loro una volta sguainata.

Storia

La Prima Era

Glamdring era una spada elfica di notevole fattura che venne donata a Re Turgon di Gondolin durante la Prima Era. Venne utilizzata unicamente due volte in battaglia dal suo proprietario: una durante la Nirnaeth Arnoediad nel 472 PE, un'altra durante la battaglia che segnò la fine di Gondolin nel 510 PE e durante la quale Turgon trovò la morte.

Nonostante l'utilizzo così sporadico, la spada si guadagnò una terribile fama presso gli Orchi, che vennero uccisi a centinaia dalla sua lama, che la soprannominarono Martello. Dopo la morte di Turgon della spada si persero le tracce per migliaia d'anni e a lungo si credette che fosse andata distrutta o perduta durante la Guerra d'Ira, che provocò la distruzione del Beleriand.

Il ritrovamento

Tuttavia circa 6,500 anni dopo venne ritrovata da Gandalf in un covo di Troll nel 2941 TE, mentre accompagnava Bilbo e Thorin nella loro avventura verso la Montagna Solitaria per uccidere Smaug.

Gandalf con Glamdring e il suo bastone in un'illustrazione

Assieme a Glamdring vennero ritrovate Orcrist e Pungolo, anch'esse ritenute a lungo perdute dopo distruzione del Beleriand. A lungo ci si è interrogati su come armi tanto famose durante la Prima Era potessero essere finite in un covo di Troll nel bel mezzo della regione dell'Eriador durante la Terza Era, senza tuttavia giungere ad una soluzione convincente. La spiegazione più logica è che le spade vennero recuperate da alcuni sopravvissuti alla caduta di Gondolin, che le portarono con loro e che successivamente questi, o i loro discendenti, mentre vagavano nella Terra di Mezzo siano stati colti di sorpresa dai Troll, uccisi e rapinati.

Comunque, per i successivi ottant'anni, Glamring cinse il fianco di Gandalf il quale ne fece uso sia durante la Battaglia delle Cinque Armate, che durante la Guerra dell'Anello. È ignoto cosa accadde alla spada una volta che Gandalf abbandonò la Terra di Mezzo nel 3023 TE: alcuni sostengono che l'abbia donata a Re Elessar e che sia tuttora custodita come uno dei massimi tesori di Gondor, altri ancora ritengono che Gandalf l'abbia portata con sé a Valinor assieme a Ombromanto.

Adattamenti

Lo Hobbit (1977)

Il Signore degli Anelli (1978)

Il Ritorno del Re (1980)

Trilogie de Il Signore degli Anelli (2001-2003) e de Lo Hobbit (2012-2014)

La spada nei film di Peter Jackson.

Nella prima trilogia di Peter Jackson la spada appare al fianco di Gandalf, ma non viene mai chiamata per nome. Sulla guardia della spada sono incise delle rune elfiche che in Quenya dicono letteralmente:

"Turgon aran Gondolin tortha gar a matha i vegil Glamdring gûd daedheloth, dam an Glamhoth"
—Iscrizione sulla spada

che tradotte significano: "Turgon Re di Gondolin, maneggia, possiede e usa la spada Glamdring, Avversario del regno di Morgoth, Martello degli orchi".

Advertisement