FANDOM


"“Uomini Selvaggi sono selvaggi, liberi, ma non bambini” rispose. “Io sono grande capo Ghân-buri-Ghân. Io conto molte cose: stelle in cielo, foglie su alberi, uomini nel buio. Voi avete venti ventine contate dieci volte più cinque. Loro hanno di più. Grande battaglia, e chi vincerà? E molti altri camminano intorno mura di Case di Pietra.” "
—Ghân-buri-Ghân si presenta a Theoden, Il Signore degli Anelli
Ghân-buri-Ghân è un uomo della stirpe dei Drúedain che visse alla fine della Terza Era nella Foresta Druadana. Capo del popolo dei Drúedain aiutò i Rohirrim ad accorrere in aiuto di Gondor e, con la sconfitta di Sauron, venne ricompensato da Aragorn che proclamò la Foresta Druadana proprietà sua e del suo popolo.

Etimologia Modifica

Lingua dei Drúedain il suo nome significa "Ghân figlio di Ghân".

Descrizione Modifica

Ghân-buri-Ghân viene descritto ne Il Signore degli Anelli come una creatura bizzarra e poco attraente: egli appare anziano e tarchiato, con gambe corte e braccia grasse e goffe, bitorzoluto, con una rada barba sparpagliata sul mento e abbigliato solo con un po' di erba attorno alla vita. Il suo viso è piatto e i suoi occhi piccoli e scuri. Ha una voce profonda e gutturale e parla l'Ovestron con difficoltà.

Storia Modifica

I druedain aiutano i Rohirrim

Ghân-buri-Ghân nacque sul finire della Terza Era da Ghân del popolo dei Drúedain, di cui divenne capo alla morte del padre. Durante la Guerra dell'Anello s'incontrò con Théoden di Rohan, che con il suo esercito marciava verso Minas Tirith avvertendolo che sulla strada per Gondor vi era un esercito più numeroso del suo che non gli avrebbe permesso di giungere in tempo per salvare la città. Si offrì dunque di guidare l'armate dei Rohirrim attraverso la Foresta Druadana, chiedendo in cambio che le genti di Rohan smettessero di molestare il suo popolo e di uccidere tutti gli Orchi (da lui chiamati gorgûn). Théoden accettò e Ghân e il suo popolo condussero i Rohirrim per strade sicure permettendogli di giungere non visti in prossimità del Rammas Echor; in seguito vendettero un'imboscata ad un esercito di Esterlings che giungeva da nord, uccidendoli tutti ed impedendo che prendessero alle spalle gli Eserciti Liberi. A seguito della sconfitta di Sauron Re Elessar donò i territori della Foresta Druadana a Ghân e alla sua gente, proclamando che nessun mortale avrebbe dovuto mettervi piede senza il loro permesso.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.