FANDOM


"Con stupore di tutti il cavallo volse la testa verso Eorl e gli si avvicinò, ed Eorl gli disse: «Il tuo nome da ora in poi sarà Felaròf. Amavi la libertà, e non te ne faccio una colpa. Ma ora mi devi un grosso compenso, e cederai quindi a me la tua libertà fino alla fine della tua vita»."
Il Signore degli Anelli, Appendice A, Annali dei Re e Governatori, "La Casa di Eorl".

Felaróf era un cavallo della stirpe dei Mearas che visse nella Terra di Mezzo durante la Terza Era.

Discendente del cavallo Nahar, fu il cavallo di Eorl il Giovane e divenne il capostipite della stirpe dei Signori dei Cavalli, destrieri dei Re di Rohan. Suo discendente fu Ombromanto e ultimo della sua stirpe a vivere nella Terra di Mezzo.

Era in grado di comprendere il linguaggio degli Uomini, ed alcuni dicono che fosse addirittura capace di rispondere.

Etimologia Modifica

Felaróf è un nome che nella lingua Rohirric significa "Molto Forte". Gli fu affibiato da Eorl il giovane.

Storia Modifica

Felaróf nacque nel nord della Valle dell'Anduin e qui vi visse libero e selvaggio come i suoi antenati prima di lui.

Nel 2501 TE fu catturato dagli Éothéod di Re Léod che lo portarono al loro Re. Léod tentò dunque di domarlo ma Felaróf lo disarcionò e lo uccise, riuscendo a fuggire. Fu inseguito da Eorl, figlio sedicenne del Re, intenzionato a vendicarsi ma una volta raggiunto il cavallo il giovane non lo uccise ma lo perdonò e lo convinse ad essere il suo destriero.

Per i decenni successivi i due furono inseparabili e fu in groppa a Felaróf che Eorl guidò gli Éothéod in soccorso a Gondor nella Battaglia del Campo di Celebrant. Dopo la sua morte fu sepolto assieme a Eorl.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.