FANDOM


" [...] e Finrod divenne supremo signore di tutti gli Elfi del Beleriand tra il Sirion e il mare, eccezion fatta per le Falas, dove dimoravano quei Sindar che continuavano a nutrire amore per le navi, Cìrdan il Carpentiere era il loro signore; tra questi e Finrod erano però amicizia e alleanza e, con l'aiuto dei Noldor, i porti di Brithombar ed Eglarest furono ricostruiti, divenendo, al riparo delle loro mura, belle città e bacini con moli e scali di sasso. Sul capo a ovest di Eglarest, Finrod drizzò la torre di Barad Nimras per tener d'occhio il mare occidentale, ancorché inutilmente, come fu comprovato: mai infatti Morgoth si provò a costruire navi o a muover guerra sui flutti. [...] Con l'ausilio degli Elfi dei Porti, certuni del popolo di Nargothrond costruirono nuove navi, con cui salparono a esplorare la grande Isola di Baiar, proponendosi di farne un estremo rifugio in caso di calamità; ma era destino che mai vi dimorassero."
Il Silmarillion, cap. XIV, "Il Beleriand e i suoi Regni"
Il Falas era una regione, poi divenuta un regno dei Sindar, sulla costa occidentale del Beleriand, a sud del Nevrast. Signore di questi territori durante gli Anni degli Alberi e la Prima Era, fu Círdan il Carpentiere.

Questa regione fu devastata dalle armate di Morgoth nel 473 PE, per poi essere sommersa dal mare dopo la Guerra d'Ira.

Etimologia Modifica

Falas è un nome di origine Sindarin che significa "Costa, Riva del Mare".

Descrizione Modifica

Il Falas era la terra più occidentale del Beleriand: affacciata sul Mare di Belegaer era caratterizzata da grandi pianure e poche colline e qualche montagna in prossimità delle coste; si può ragionevolmente supporre che vi fossero delle grandi foreste.

Vi erano due grandi fiumi, il Brithon e il Nenning, che sfociavano nel Grande Mare.

Le principali città della regione erano Eglarest e Brithombar, entrambe sottoposte all signoria di Círdan il Carpentiere. All'inizio della Prima Era il Re Noldor Finrod Felagund costruì la torre di Barad Nimras per difendere le Falas da un possibile attacco di Morgoth dal mare, eventualità mai verificatasi.

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Elfi, Falathrim, Sindar e Noldor.

Gli abitanti di questa regione, concentrati soprattutto nelle città di Eglarest e Brithombar, erano per la massima parte appartenenti al popolo dei Sindar. Tra tutti erano forse i più affini ai loro parenti Teleri di Alqualondë a Valinor, con i quali condividevano la passione per il mare e la costruzione di navi.

Dopo il ritorno dei Noldor e la fondazione dei loro regni, vi fu sempre profonda amicizia tra Finrod e Círdan, cosicché molti Noldor si stabilirono nel Falas e nelle sue città contribuendo a fortificarle e ad abbellirle.

Storia Modifica

Anni degli Alberi Modifica

Dopo il Risveglio degli Elfi presso il Lago Cuiviénen, i Valar invitarono gli Eldar delle tre stirpi a trasferirsi in Aman per meglio proteggerli dalla malvagità che Morgoth aveva sparso per la Terra di Mezzo. Mentre le stirpi dei Vanyar e dei Noldor furono le prime a giungere a Valinor i Teleri, che erano la stirpe più numerosa e lenta, giunsero nel Beleriand quando ormai l'isola di Tol Eressea, che fungeva da traghetto, era ripartita. Per questa ragione rimasero in attesa presso le coste; fu durante questo periodo che Elwë, Re dei Teleri, incontrò Melian nel Nan Elmoth e scomparve per diversi anni.

Accadde dunque che quando giunse il momento di ripartire solo una parte dei Teleri sotto la guida di Olwë acconsentì a lasciare la Terra di Mezzo, mentre molti decisero di rimanere per cercare il loro Re. Una parte dei rimasti decise di stabilirsi nella regione di Falas, sotto la guida di Círdan il Carpentiere il quale fondò appunto le città di Brithombar e Eglarest.

Durante la Prima Guerra del Beleriand gli Elfi delle Falas inviarono i propri guerrieri a combattere al fianco di Thingol, i quali ottennero una grande vittoria contro le armate di Morgoth.

Prima Era e la fine Modifica

Dopo l'arrivo dei Noldor nel Beleriand alcuni di questi, con il consenso di Cirdan, si stabilirono nel Nevrast sotto la guida di Turgon, ma dopo appena un secolo lo abbandonarono per rifugiarsi a Gondolin.

Il Falas fu sempre alleato dei Noldor nella guerra contro Angband, anche quando Thingol (inferocito dalle notizie del Primo Fratricidio) accentuò la propria ostilità nei loro confronti. Re Finrod del Nargothrond, in virtù di questa alleanza, costruì la torre di Barad Nimras per difendere il Falas da un eventuale attacco di Morgoth dal mare, cosa che non si verificò mai.

Dopo la Dagor Bragollach, cui tuttavia i Sindar del Falas non parteciparono, il Falas fu oggetto di alcune scorrerie degli orchi, anche se l'Hithlum e il Nargothrond costituirono un'efficace baluardo contro di essi.

Dopo la Nirnaeth Arnoediad nel PE 473 però, le armate di Morgoth riuscirono a spezzare le difese e a devastare la regione, obbligando i Sindar a fuggire e a ritirarsi sull'Isola di Balar.

Nel 545 PE le armate dei Vanyar guidate da Ingwion sbarcarono nella regione liberando Eglarest e Brithombar dopo una dura battaglia. Dopo la fine della Guerra d'Ira il Falas, come il resto del Beleriand, fu sommerso dal mare.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.