FANDOM


"Dinanzi alla sua porta occidentale stava un grande tumulo, Ezellohar, che è detto anche Corollairë; e Yavanna lo consacrò, e a lungo vi sedette sull'erba verde e intonò un canto di potere in cui mise ogni sua idea di cose crescenti sulla terra. Nienna invece rifletteva in silenzio, bagnando di lacrime il tumulo."
Il Silmarillion, cap.I, "L'inizio dei Giorni"
L'Ezellohar è un colle di Valinor che sorge in prossimità della città di Valmar nel continente di Aman. Su di esso sorgevano gli Alberi di Valinor prima che venissero distrutti da Melkor e Ungoliant durante l'Ottenebramento di Valinor.

Etimologia Modifica

Il nome Ezellohar deriva dal Quenya e significa letteralmente "Verde Tumulo" e deriva dal nome Valarin Ezellôchâr. Altro nome con il quale era conosciuto era Corollairë, una versione compressa del nome Coron Oiolairë, che in Quenya significa "Colle dell'Estate Perenne".

Descrizione Modifica

Il colle si trovava in Aman ad ovest della città di Valmar, la capitale del regno di Valinor, e su di esso sorgevano gli Alberi di Valinor. Non si hanno molte altre informazioni su questo luogo che, almeno inizialmente, non era previsto nel Legendarium di Tolkien.

Storia Modifica

Quando i Valar lasciarono la Terra di Mezzo per trasferirsi ad Aman e fondare il loro reame di Valinor. Su di esso ascese la Valier Yavanna che ivi stette e iniziò un dolce canto, mentre la Valier Nienna lo inondava di lacrime, e a seguito di questo eventocrebbero i due Alberi di Valinor Telperion e Laurelin che inondarono Aman di luce dorata e argentata.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.