FANDOM


Dori fu un Nano del Popolo di Durin che visse a cavallo tra la Terza e la Quarta Era. Lontano parente di Thorin Scudodiquercia, fu uno dei dodici Nani che accompagnarono lui e Bilbo Baggins nella Riconquista di Erebor nel 2941 TE ed era considerato il nano più forte della compagnia assieme a Nori. Sopravvissuto alla Battaglia dei Cinque Eserciti visse il resto della sua vita a Erebor, prendendo probabilmente parte alla Battaglia di Dale durante la Guerra dell'Anello.

Etimologia Modifica

Il nome Dori fu preso dall'opera del Dvergatal e in antico norreno significa letteralmente "Scavatore/Trivellatore".

Biografia Modifica

Dori nacque in una anno imprecisato tra il 2763 TE e il 2809 TE e visse la maggior parte della sua vita sugli Ered Luin. Nel 2941 TE giunse a Casa Baggins per partecipare alla Festa Inaspettata assieme al quarto gruppo di Nani. Allora indossava un cappuccio viola e, quando Thorin cominciò a cantare la Canzone dei Nani, suonava un flauto assieme a Ori e Nori. Durante l'Avventura di Erebor fu definito da Bilbo un compagno leale nonostante il suo brontolare, anche perché salvò due volte la vita all'hobbit: durante la fuga dai Goblin nella profondità delle Montagne Nebbiose Dori aveva il compito di portarlo sulle spalle ma, fatto inciampare da un orco, lasciò cadere Bilbo, e gli altri nani lo incolparono per avergli fatto "perdere il loro scassinatore". Più avanti, durante la fuga dai Mannari, quando tutti loro si salvarono sugli alberi, Dori ridiscese dall'albero per aiutare Bilbo, che non riusciva salire sull'albero da solo. Quando le Aquile li portarono via, Bilbo si aggrappò alle gambe di Dori il quale non fece che lamentarsi del dolore alle gambe. Quando la compagnia giunse alla Casa di Beorn fu il primo nano assieme a Thorin ad essere introdotto da Gandalf. Durante la fuga nei barili dalle Aule di Thranduil Dori fu tra quelli che rischiarono di affogare e, quando Bilbo e Thorin lo liberarono, pareva mezzo morto. In seguito Dori combatté valorosamente nella Battaglia dei Cinque Eserciti e sopravvisse; per ricompensarlo Dáin gli concedette la sua parte del tesoro e ciò lo rese uno dei più ricchi Nani di Erebor. Dori dunque rimase a vivere nella Montagna Solitaria e ottant'anni dopo Glóin, giunto a Imladris come ambasciatore di Dain II Piediferro, riferì a Frodo che il suo vecchio compagno era vivo e ricco. Potrebbe aver partecipato alla Battaglia di Dale, ma il suo destino e sconosciuto.

Adattamenti Modifica

Lo Hobbit (1977) Modifica

Dori (1977 film)

In questo adattamento animato Dori è doppiato da John Stephenson ed è l'unico dei tre Nani (gli altri sono Balin e Bombur) a parlare con regolarità. Nel complesso l'adattamento si dimostra abbastanza fedele al personaggio delineato nel libro.

Trilogia de Lo Hobbit (2012-2014) Modifica

Dori

Nella seconda trilogia di Peter Jackson il personaggio di Dori è interpretato dall'attore Mark Hadlow. Tra il libro e il film vi sono alcune sensibili differenze: nella trasposizione cinematografica viene presentato come il fratello maggiore di Nori e Ori e particolarmente protettivo nei confronti di quest'ultimo; inoltre nel film non aiuta Bilbo né nelle caverne, dove si vede l'Hobbit cadere ben prima dell'intervento di Gandalf, né a salire sull'albero circondato dai lupi.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.