FANDOM


Boromir2 «...tanti timori e dubbi per una cosa così piccola. Un oggettino...»
Questo articolo è soltanto un abbozzo
Per favore, aiuta Tolkienpedia a espanderlo, se puoi.

Dor-en-Ernil è il nome di un feudo semi-autonomo di Gondor collocato nella provincia meridionale del Belfalas e retto dai Principi di Dol Amroth. Spesso il nome di questo feudo viene usato anche per indicare l'intera provincia del Belfalas, anche se in realtà sono due entità distinte benché il Principe di Dol Amroth sia anche il Governatore della Provincia per conto del Re di Gondor.

Etimologia Modifica

Il nome Dor-en-Ernil è Sindarin e significa letteralmente "Terre del Principe".

Descrizione Modifica

La Dor-en-Ernil è un grande feudo che comprende gli altipiani della penisola del Belfalas, i cui confini sono delimitati a est dalla confluenza dei fiumi Morthond e Ringló e ad ovest dall'estuario dei fiumi Gilrain e Serni. Capoluogo del feudo è la città di Dol Amroth, che è la principale città del Belfalas e la sede dei Principi di Dol Amroth. Il territorio del feudo comprende montagne e colline, intervallate da fertili valli che garantiscono alla popolazione dei ricchi raccolti. Nonostante sia una zona costiera vi sono tuttavia pochi punti, con l'eccezione di Dol Amroth, adatti all'attracco delle navi.

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Dúnedain, Uomini di Gondor e Principi di Dol Amroth.

Il feudo di Dor-en-Ernil è densamente popolato, essendo il Belfalas una delle provincie più popolose di Gondor. La maggior parte della popolazione è di origine Dúnedain anche perché la natura isolata e ritirata della provincia ha ridotto al minimo i contatti con gli Uomini Mediani, permettendo così agli abitanti di rimanere abbastanza "puri" e più somiglianti agli antichi Numenoreani rispetto al resto degli Uomini di Gondor che abitano nelle provincie confinanti del Lamedon e del Lebennin.

Storia Modifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.