Tolkienpedia

Modifica di

Dagor-nuin-Giliath

1
  • Questa modifica può essere annullata. Verificare il confronto presentato di seguito per accertarsi che il contenuto corrisponda a quanto desiderato e quindi salvare le modifiche per completare la …
Revisione corrente Il tuo testo
Riga 1: Riga 1:
{{Infobox_Conflitto|immagine = Dagor Nuin Giliath.jpg|didascalia = [[Fëanor]] guida i suoi in battaglia|parte_di = [[Guerra dei Gioielli]]|data = [[AA 1498|1498 AA]]|luogo = [[Beleriand]] settentrionale ([[Hithlum]], [[Ard-galen]])|esito = Vittoria dei [[Noldor]], anche se Fëanor muore nello scontro. Le frontiere dell'Hithlum vengono rese più sicure dalle incursioni degli orchi.|mutamenti_territoriali = I Noldor stabiliscono la propria sovranità sull'Hithlum|schieramento1 = [[Noldor]]|schieramento2 = [[Angband]]|comandante1 = [[Fëanor]]†<br>[[Maedhros]]<br>[[Maglor]]<br>[[Curufin]]<br>[[Celegorm]]<br>[[Caranthir]]<br>[[Amrod]]<br>[[Amras]]|comandante2 = [[Morgoth]]<br>[[Gothmog]]<br>Capitani degli orchi sconosciuti|effettivi1 = La schiera di [[Fëanor]] appena sbarcata dalle navi|effettivi2 = Due eserciti di [[Orchi]] con [[Mannari]] e [[Balrog]]|perdite1 = [[Fëanor]]†<br>Lievi|perdite2 = La maggior parte delle armate, con poche migliaia di superstiti}}{{Citazione|Ma l'esercito di Morgoth, messo in allarme dal fragore di [[Lammoth]] e dalla luce dell'incendio di [[Losgar]], giunse attraverso i passi degli [[Ered Wethrin]], i Monti d'Ombra, e assalì all'improvviso Fëanor, prima che il suo campo fosse perfetto e apprestato a difesa; e lì, sui grigi campi di Mithrim, venne combattuta la Seconda Battaglia delle Guerre del Beleriand. Dagor-nuin-Giliath, così è detta, cioè Battaglia-sotto-le-Stelle, poiché la Luna non era ancora sorta; ed è celebrata nei canti.|[[Il Silmarillion]], Capitolo XIII, ''Il ritorno dei Noldor''}}La '''Dagor-nuin-Giliath''', conosciuta anche come '''Battaglia-sotto-le-Stelle''', fu una grande battaglia combattuta nel Nord del [[Beleriand]] tra le forze dei [[Noldor]], guidate da [[Fëanor]] e dai suoi [[Figli di Fëanor|Figli]], e le armate di [[Morgoth]], comandate dai [[Balrog]]. La battaglia durò per dieci giorni e fu il primo scontro della [[Guerra dei Gioielli]], che avrebbe insanguinato il Beleriand per quasi seicento anni, fino a concludersi con la [[Guerra d'Ira]]. Nello scontro trovò la morte [[Fëanor]], il quale fu atterrato e ferito in maniera letale da [[Gothmog]], il Capitano dei Balrog.
+
{{Infobox_Conflitto|immagine = Dagor Nuin Giliath.jpg|didascalia = Fëanor guida i suoi in battaglia|parte_di = Guerra dei Gioielli|data = 1498 AA|luogo = Beleriand settentrionale (Hithlum, Ard-Galen)|esito = Vittoria dei Noldor, anche se Fëanor muore nello scontro. Le frontiere dell'Hithlum vengono rese più sicure dalle incursioni degli orchi.|mutamenti_territoriali = I Noldor stabiliscono la propria sovranità sull'Hithlum|schieramento1 = Noldor|schieramento2 = Angband|comandante1 = Fëanor†
  +
  +
Maedhros
  +
  +
Maglor
  +
  +
Curufin
  +
  +
Celegorm
  +
  +
Caranthir
  +
  +
Amrod
  +
  +
Amras|comandante2 = Morgoth
  +
  +
Gothmog
  +
  +
Capitani degli orchi sconosciuti|effettivi1 = La schiera di Fëanor appena sbarcata dalle navi|effettivi2 = Due eserciti di Orchi con Mannari e Balrog|perdite1 = Fëanor†
  +
  +
Lievi|perdite2 = La maggior parte delle armate, con poche migliaia di superstiti}}{{Quote|Ma l'esercito di Morgoth, messo in allarme dal fragore di [[Lammoth]] e dalla luce dell'incendio di [[Losgar]], giunse attraverso i passi degli [[Ered Wethrin]], i Monti d'Ombra, e assalì all'improvviso Fèanor, prima che il suo campo fosse perfetto e apprestato a difesa; e lì, sui grigi campi di Mithrim, venne combattuta la Seconda Battaglia delle Guerre del Beleriand. Dagor-nuin-Giliath, così è detta, cioè Battaglia sotto le Stelle, poiché la Luna non era ancora sorta; ed è celebrata nei canti.|La Dagon-nuin-Giliath, [[Il Silmarillion]]}}La '''Dagor-nuin-Giliath''', conosciuta anche come '''Battaglia sotto le Stelle''', fu una grande battaglia combattuta nel Nord del [[Beleriand]] tra le forze dei [[Noldor]], guidata da [[Fëanor]] e dai suoi [[Figli di Fëanor|Figli]], e le armate di [[Morgoth]], comandate dai [[Balrog]]. La battaglia durò per dieci giorni e fu il primo scontro della [[Guerra dei Gioielli]], che avrebbe insanguinato il Beleriand per quasi seicento anni, per poi concludersi con la [[Guerra d'Ira]]. Nello scontro trovò la morte [[Fëanor]], che fu atterrato e ferito mortalmente da [[Gothmog]], il Capitano dei Balrog.
   
 
== Antefatti ==
 
== Antefatti ==
Dopo aver abbandonato [[Fingolfin]] e i suoi seguaci nello [[Helcaraxë]], [[Fëanor]] e i suoi figli, con i loro sostenitori approdarono nel [[Beleriand]] presso il [[Fiordo di Drengist]]. Dopo lo sbarco Fëanor, nonostante le proteste di [[Maedhros]] che era amico di [[Fingon]], ordinò di bruciare le navi a significare che ormai non c'era più la possibilità di tornare indietro. L'incendio fu così grande che fu visto da [[Fingolfin]], il quale divenne pienamente cosciente del tradimento del fratellastro. Ma il fumo e le luci dell'incendio furono avvistati anche da [[Morgoth]] che, terrorizzato dall'idea di ritrovarsi davanti a [[Fëanor]] furibondo, ordinò alle sue armate di uscire da [[Angband]] e di ricacciare i [[Noldor]] in mare.
+
Dopo aver abbandonato [[Fingolfin]] e i suoi seguaci nell'[[Helcaraxë]], [[Fëanor]] assieme ai suoi figli e ai suoi sostenitori sbarcò nel [[Beleriand]] nella località del [[Fiordo di Drengist]]. Dopo aver fatto sbarcare i suoi Fëanor, nonostante le proteste di [[Maedhros]] che era amico di [[Fingon]], ordinò di bruciare le navi a significare che ormai non c'era più la possibilità di tornare indietro. L'incendio fu così grande che fu visto anche da [[Fingolfin]] rimasto indietro e che divenne pienamente cosciente del tradimento del fratellastro. Ma il fumo e le luci dell'incendio furono visti anche da [[Morgoth]] che, terrorizzato dall'idea di ritrovarsi davanti a [[Fëanor]] furibondo, ordinò alle sue armate di uscire da [[Angband]] e di ricacciare i [[Noldor]] in mare.
   
 
== La battaglia ==
 
== La battaglia ==
 
[[File:Dagor-nuin-Giliath.gif|left|thumb|220x220px|Lo svolgimento della battaglia]]
 
[[File:Dagor-nuin-Giliath.gif|left|thumb|220x220px|Lo svolgimento della battaglia]]
[[Morgoth]] sperava di cogliere di sorpresa i [[Noldor]] e di non dar loro il tempo di reagire, ma [[Fëanor]] e i suoi figli si aspettavano un attacco e rimasero vigili. L'attacco avvenne presso il [[Lago Mithrim]] nello [[Hithlum]], dove i [[Noldor]] avevano cominciato a costruire un grande accampamento per sé e le loro famiglie. Benché le forze di [[Angband]] superassero gli Elfi di tre a uno, esse erano composte per la maggior parte da [[Orchi]], i quali erano meno forti ed equipaggiati di armi inferiori rispetto ai Noldor, i quali ebbero gioco facile a respingere i nemici. Dopo duri scontri l'esercito di [[Morgoth]] fu respinto oltre gli [[Ered Wethrin]] e inseguito nelle [[Paludi di Serech]]; qui fu raggiunto dalle armate che stavano assediando [[Círdan|Círdan il Carpentiere]] a sud, che tuttavia vennero travolte a loro volta nella disastrosa rotta. Dopo dieci giorni di battaglia gli [[Orchi]] furono praticamente annientati dagli [[Elfi]], i quali cominciarono ad inseguire i superstiti verso [[Angband]].
+
[[Morgoth]] sperava di cogliere di sorpresa i [[Noldor]] e di non dargli il tempo di reagire, ma [[Fëanor]] e si suoi Figli si aspettavano un attacco e rimasero vigili. L'attacco avvenne presso il [[Lago Mithrim]] nell [[Hithlum]], dove i [[Noldor]] avevano cominciato a costruire un grande accampamento per sé e le loro famiglie. Benché le forze di [[Angband]] superassero gli Elfi di tre a uno, esse erano composte per la maggior parte da [[Orchi]], i quali erano meno forti e armati di armi inferiori rispetto ai Noldor, che ebbero gioco facile a respingere i nemici. Dopo duri scontri l'esercito di [[Morgoth]] fu respinto oltre gli [[Ered Wethrin]] e inseguito nelle [[Paludi di Serech]]; qui fu raggiunto dalle armate che stavano assediando [[Círdan|Círdan il Carpentiere]] a sud, che tuttavia vennero travolte a loro volta nella disastrosa rotta. Dopo dieci giorni di battaglia gli [[Orchi]] furono praticamente annientati dagli [[Elfi]] che cominciarono ad inseguire i superstiti verso [[Angband]].
   
 
'''La sortita di Gothmog e la morte di Fëanor'''
 
'''La sortita di Gothmog e la morte di Fëanor'''
 
[[File:Gothmog vs Fëanor.jpg|thumb|215x215px|Fëanor affronta Gothmog]]
 
[[File:Gothmog vs Fëanor.jpg|thumb|215x215px|Fëanor affronta Gothmog]]
Galvanizzato dalla vittoria e convinto di essere sul punto di agguantare Morgoth e riprendersi il maltolto, [[Fëanor]] galoppò in avanti insieme ad alcune centinaia di cavalieri e al figlio [[Celegorm]], giungendo fino alle porte di [[Angband]], e Morgoth si armò dinanzi alla sua furia. Tuttavia nella fretta Fëanor si era staccato troppo dal grosso del suo esercito e gli [[Orchi]], accortisi del numero esiguo di nemici, si voltarono e contrattaccarono, aiutati anche da alcuni [[Balrog]] usciti da Angband, tra cui [[Gothmog]]. La battaglia si fece subito disperata: accortosi della trappola, Fëanor provò ad indietreggiare, ma lui e suo figlio furono ben presto accerchiati e i loro compagni feriti o uccisi. Si fece dunque avanti [[Gothmog]], il Signore dei Balrog, che affrontò personalmente Fëanor in duello. Questi inizialmente rispose colpo su colpo all'avversario, ma esausto e già piagato da molte ferite, fu atterrato da Gothmog che lo colpì mortalmente. Proprio quando il Luogotenente di Morgoth stava per vibrare il colpo di grazia, giunsero i rinforzi guidati da [[Maedhros]] e dai suoi fratelli, i quali scompigliarono le fila del nemico e recuperarono il padre ferito, quindi si ritirarono, consci di non essere in grado di dare l'assalto alle mura di [[Angband]]. Mentre stavano attraversando gli Ered Wethrin, Fëanor ordinò loro di fermarsi e, dopo aver imposto di rispettare il [[Giuramento di Fëanor|Giuramento]], spirò per le ferite.
+
Galvanizzato dalla vittoria e convinto di essere sul punto di agguantare Morgoth e riprendersi il maltolto, [[Fëanor]] galoppò in avanti assieme ad alcune centinaia di cavalieri e al figlio [[Celegorm]], giungendo fino alle porte di [[Angband]] e Morgoth armò dinnanzi alla sua furia. Tuttavia nella fretta Fëanor si era staccato troppo dal grosso del suo esercito e gli [[Orchi]], accortisi del numero esiguo di nemici, si voltarono e attaccarono [[Fëanor]] e i suoi soldati, aiutati anche da alcuni [[Balrog]] usciti da Angband tra cui c'era anche [[Gothmog]]. La battaglia di fece subito disperata: accortosi della trappola Fëanor provò ad indietreggiare ma lui e suo figlio furono ben presto accerchiati e i loro compagni feriti e/o uccisi. Si fece dunque avanti [[Gothmog]], il Signore dei Balrog, che affrontò personalmente Fëanor in duello. Questi inizialmente rispose colpo su colpo all'avversario, ma esausto e già piagato da molte ferite, fu atterrato da Gothmog che lo colpì mortalmente. Proprio quando il Luogotenente di Morgoth stava per vibrare il colpo di grazia giunsero i rinforzi guidati da [[Maedhros]] e dai suoi fratelli che scompigliarono le fila del nemico e recuperarono il padre ferito e si ritirarono, consci di non essere in grado di dare l'assalto alle mura di [[Angband]]. Mentre stavano attraversando gli Ered Wethrin Fëanor ordinò loro di fermarsi e, dopo avergli imposto di rispettare il [[Giuramento di Fëanor|giuramento]], spirò per le ferite.
 
[[File:The death of feanor color by isilion72.jpg|left|thumb|220x220px|Fëanor morente con l'ultimo fiato maledice Morgoth]]
 
[[File:The death of feanor color by isilion72.jpg|left|thumb|220x220px|Fëanor morente con l'ultimo fiato maledice Morgoth]]
{{Citazione|Allora i figli raccolsero il padre e tornarono con lui verso Mithrim. Ma come furono vicini a [[Eithel Sirion]], intenti a salire al passo montano, Fëanor ordinò loro di fare alto, ché le sue ferite erano mortali ed egli sapeva essere giunta la sua ora. E dalle pendici degli Ered Wethrin con gli ultimi sguardi contemplò, remote, le cime di [[Thangorodrim]], suprema tra le torri della [[Terra-di-mezzo]], e seppe, con la preveggenza della morte, che nessun potere dei Noldor avrebbe potuto abbatterle; ma maledisse tre volte il nome di Morgoth, e ingiunse ai suoi figli di tener fede al giuramento fatto e di vendicare il loro padre. Quindi spirò; ma non ebbe né tomba né sepolcro perché così focoso era il suo spirito che, come se ne staccò, il corpo cadde in cenere e fu spazzato via come fumo; e il suo sembiante non è più riapparso in Arda, né il suo spinto ha lasciato le [[Aule di Mandos]]. Così finì il più possente dei Noldor, dalle cui gesta vennero sia la loro massima nomea, sia le loro più triste sventure.|La morte di Fëanor, [[Il Silmarillion]], Capitolo XIII, ''Il ritorno dei Noldor''}}
+
{{Quote|Allora i figli raccolsero il padre e tornarono con lui verso Mithrim. Ma come furono vicini a [[Eithel Sirion]], intenti a salire al passo montano, Fëanor ordinò loro di fare alto, ché le sue ferite erano mortali ed egli sapeva essere giunta la sua ora. E dalle pendici degli Ered Wethrin con gli ultimi sguardi contemplò, remote, le cime di [[Thangorodrim]], suprema tra le torri della [[Terra di Mezzo]], e seppe, con la preveggenza della morte, che nessun potere dei Noldor avrebbe potuto abbatterle; ma maledisse tre volte il nome di Morgoth, e ingiunse ai suoi figli di tener fede al giuramento fatto e di vendicare il loro padre. Quindi spirò; ma non ebbe né tomba né sepolcro perché così focoso era il suo spirito che, come se ne staccò, il corpo cadde in cenere e fu spazzato via come fumo; e il suo sembiante non è più riapparso in Arda, né il suo spinto ha lasciato le [[Aule di Mandos]]. Così finì il più possente dei Noldor, dalle cui gesta vennero sia la loro massima nomea, sia le loro più triste sventure.|La morte di Fëanor, [[Il Silmarillion]]}}
   
   
  +
[[Categoria:Battaglie]]
  +
[[Categoria:Guerre del Beleriand]]
  +
[[Categoria:Eventi]]
  +
[[Categoria:Guerra dei Gioielli]]
   
 
[[de:Dagor-nuin-Giliath]]
 
[[de:Dagor-nuin-Giliath]]
Riga 20: Riga 24:
 
[[pl:Dagor-nuin-Giliath]]
 
[[pl:Dagor-nuin-Giliath]]
 
[[ru:Дагор-нуин-Гилиат]]
 
[[ru:Дагор-нуин-Гилиат]]
[[Categoria:Battaglie]]
 
[[Categoria:Guerre del Beleriand]]
 
[[Categoria:Eventi]]
 
[[Categoria:Guerra dei Gioielli]]
 
  Editor in caricamento
Qui di seguito sono elencati alcuni codici usati comunemente sulle wiki. Basta cliccare su quello che desideri usare e questo verrà inserito nella finestra di modifica.

Vedi questo template