Tolkienpedia

Ciao! Benvenutə su Tolkienpedia banner black.png, la più grande enciclopedia italiana su Tolkien, scritta dai fan per i fan!

Vuoi scrivere o correggere un articolo? Vuoi fare qualche domanda nel nostro forum? Oppure vuoi semplicemente navigare sul sito senza pubblicità? Registrati, è gratis!

LEGGI DI PIÙ

Tolkienpedia
Advertisement
Boromir2.jpg
«...tanti timori e dubbi per una cosa così piccola. Un oggettino...»
Questo articolo è soltanto un abbozzo
Per favore, aiuta Tolkienpedia a espanderlo, se puoi.

I Campi del Pelennor sono un territorio racchiuso nelle mura del Rammas Echor, che si trovava appena fuori dalla città di Minas Tirith. Durante la Guerra dell'Anello i Campi del Pelennor furono il luogo in cui fu combattuta la più grande e sanguinosa battaglia del conflitto per importanza e numero di guerrieri coinvolti.

Etimologia

Il nome Pelennor deriva dal Sindarin e significa letteralmente "Territorio recintato".

Descrizione

I Campi del Pelennor si estendevano appena fuori la città di Minas Tirith e comprendevano tutto quel territorio circoscritto dalle mura del Rammas Echor. Si trattava di una zona intensamente abitata e coltivata, dove sorgevano numerosi campi e frutteti ben coltivati che in tempo di pace fornivano alla città il cibo necessario.

Abitanti


Storia

I campi del Pelennor, dopo la conquista di Minas Ithil da parte degli eserciti di Mordor, venne recintato con una imponente cinta muraria che doveva costituire una seconda linea di difesa contro le forze nemiche dell'Est: il Rammas Echor.

La Battaglia dei Campi del Pelennor

Il 14 Marzo 3019, un solo giorno dopo la fine delle riparazioni del gigantesco muro ordinate da Denethor durante la Guerra dell'Anello, Minas Tirith venne attaccata dalle armate di Mordor, guidate dal temuto Re degli Stregoni di Angmar. Durante la battaglia, che prese il nome di Battaglia dei Campi del Pelennor, a cui parteciparono anche i Rohirrim e gli Uomini Malvagi del Rhun e dell'Harad, Mordor subì una gravissima sconfitta, che diede modo ad Aragorn, in seguito, di guidare un'offensiva contro i cancelli del Morannon.

Dopo la battaglia, i Campi del Pelennor rimasero incoltivati per parecchio tempo con un'eccezione: il tumulo dove fu sepolto Théoden, caduto nello scontro, divenne verde in poco tempo e fu sempre ricoperto di fiori. Al contrario, nel punto in cui venne seppellita la bestia alata del Re degli Stregoni, la terra rimase perennemente incolta.

Adattamenti

Il Signore degli Anelli: il Ritorno del Re (2003)

La Battaglia dei Campi del Pelennor nel film Il Ritorno del Re

Nel film di Peter Jackson i Campi del Pelennor sono presentanti come una vasta landa erbosa, priva di coltivazioni e completamente disabitata. Inoltre non c'è traccia del muro del Rammas Echor.

Advertisement