FANDOM


Cair Andros era un isola che sorgeva in mezzo al fiume Anduin circa quaranta miglia a nord della città di Osgiliath. Sull'isola Gondor aveva costruito l'omonima fortezza, la quale rivestiva una grande importanza strategica per i Dùnedain, poiché sorvegliava i guadi che dalla regione dell'Anórien portavano a Gondor.

Durante la Guerra dell'Anello venne attaccata e conquistata dalle forze di Mordor dopo una breve resistenza, per poi essere ripresa dai soldati inviati da Aragorn prima della Battaglia del Cancello Nero.

Etimologia Modifica

Cair Andros è un nome di origine Sindarin che significa letteralmente "Nave della Lungaschiuma" dall'unione delle parole cair (nave), and (lungo) e ros (schiuma, a seconda del contesto).

Descrizione Modifica

Cair Andros map

La fortezza sorge su un'isola allungata al centro del corso del fiume Anduin, in uno dei rari guadi del fiume a nord di Osgiliath il che ne spiega l'importanza strategica. La forma allungata dell'isola, che ricorda quella diana nave, le fece guadagnare il nome di Cair Andros che significa "Nave della Lungaschiuma". L'isola è occupata solo in parte dalla fortezza, mentre per la maggior parte della sua estensione è ricoperta da alberi e da alcune collinette rocciose.

Popolazione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Esercito di Gondor e Uomini di Gondor.

I principali abitanti dell'isola sono i soldati dell'Esercito di Gondor posti a guardia della fortezza. All'epoca del massimo splendore di Gondor nella fortezza erano stanziati migliaia di uomini, ma sul finire della Terza Era le esigenze degli altri fronti di guerra costrinsero i sovrintendenti a richiamare sempre più soldati, finché la guarnigione non si ridusse a poche centinaia di uomini.

Storia Modifica

Orcs attack cair andros

Gli Orchi attaccano Cair Andros il 10 Marzo 3019

La fortezza Cair Andros fu costruita nel 1248 TE dal Sovrintendente Minalcar per conto di Re Narmacil I. L'obiettivo di Minalcar era quello di proteggere i confini di Gondor dalle incursioni dei popoli nomadi del nord-est e al tempo stesso assicurarsi una solida base per le sue campagne orientali. Nei secoli successivi la fortezza rappresentò un formidabile bastione contro tutte le invasioni provenienti da est, venendo ulteriormente ampliata e rafforzata sia dai Re di Gondor che dai Sovrintendenti, tanto da ospitare la maggiore guarnigione di Gondor nei territori settentrionali del regno.

Con il declino di Gondor tuttavia i Sovrintendenti, spinti dalle pressanti esigenze a sud, si videro costretti a ridurre la guarnigione per poter inviare uomini su altri fronti, anche se la fortezza continuò a rivestire un'importanza fondamentale nel sistema difensivo di Gondor.

Durante la Guerra dell'Anello la fortezza fu conquistata dalle legioni di Mordor, forti di circa 6,000 orchi, il 10 Marzo 3019 TE, anche perché la guarnigione era stata ridotta dal Sovrintendete Denethor II per rafforzare quella di Osgiliath, da esso ritenuta più importante. Venne in seguito riconquistata da un corpo di spedizione di 1,000 uomini inviati da Aragorn, poco prima di marciare alla volta del Cancello Nero. In seguito durante Quarta Era la fortezza venne rafforzata e divenne la base di operazione per le spedizioni militari di Re Elessar nel nord-est, anche se con l'espansione dei confini verso oriente perse la sua importanza.

Adattamenti Modifica

Il Signore degli Anelli: la battaglia per la Terra di Mezzo (2004) Modifica

La fortezza di Cair Andros è uno dei livelli affrontabili nel corso della Campagna del Bene.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.