FANDOM


Breccia di Maglor è il nome con il quale si era soliti indicare la grande area aperta nel Beleriand settentrionale tra le colline di Himring e gli Ered Luin giusto a nord del Monte Rerir. Si trattava della principale principale apertura tra le montagne che separavano il Beleriand settentrionale (controllato da Morgoth) dalle terre del sud. L'area faceva parte della Marca di Maedhros e il guardiano questo luogo era Maglor, fratello di Maedhros, il quale costruì una fortezza proprio al centro della piana che sorvegliava attentamente coi suoi cavalieri.

Nomi e etimologia Modifica

La Breccia di Maglor prende il nome da Maglor, il figlio secondogenito di Fëanor incaricato di provvedere alla difesa di questo luogo. Non si conoscono i nomi con i quali veniva indicato questo luogo, ma è probabile che fosse noto in Sindarin con il nome di Imlad Maglor e in Quenya con quello di Makalassa.

Descrizione Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi la voce Fortezza di Maglor.


Storia Modifica

Durante la Prima Guerra del Beleriand l'Oscuro Signore Morgoth inviò due armate di Orchi a saccheggiare il sud: una cercò di forzare il Passo del Sirion, ma venne distrutta dall'esercito dei Sindar guidato da Thingol; la seconda schiera passò invece per quella che sarebbe poi diventata nota come la Breccia di Maglor e si scontrò con gli Elfi Verdi, riuscendo ad uccidere il loro Re Denethor. Quando i Figli di Fëanor fondarono la Marca di Maedhros, costruirono una fortezza al centro di questo grande passo, che fu poi affidata a Maglor e da lui prese il nome. Dopo la Dagor Bragollach e la rotta degli eserciti degli Elfi, le armate di Morgoth calarono dal nord e, con l'ausilio di Glaurung, devastarono la regione non riuscendo tuttavia a conquistare la Marca di Maedhros. Dopo la Guerra d'Ira e gli sconvolgimenti che ne seguirono, la regione venne sommersa dal Grande Mare.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.