FANDOM


Berúthiel fu una donna appartenente alla stirpe dei Númenoreani Neri di Umbar che visse durante la Terza Era. Consorte di Tarannon, divenne Regina di Gondor ma non fu mai amata dai suoi sudditi che la odiavano per la sua appartenenza ai Numenoreani Neri e a causa dei suoi gatti, che ella usava per spiare i segreti di Gondor. Fu ripudiata dal marito, che la caricò su una nave assieme ai suoi gatti e la lasciò in balia delle correnti.

Etimologia Modifica

Berúthiel è un nome di origine Sindarin che significa "Sposa Furiosa". É probabile che questo non fosse il suo vero nome, in quanto i Numenoreani Neri parlavano solamente l'Adûnaico e rifiutavano qualsiasi linguaggio elfico, quindi è probabile che le fu affibiato dopo il suo matrimonio con Tarannon.

Biografia Modifica

Berúthiel nacque nella terre dei Numenoreani Neri, probabilmente Umbar, tra l'VIII e il IX secolo della Terza Era. Non si conoscono i motivi che possano aver portato Tarannon ad unirsi con una donna di quel popolo che, benché strettamente imparentato con i Dúnedain di Gondor, era sempre stato ostile agli Elendili e aveva combattuto sanguinose guerre contro di essi. É probabile quindi che si sia trattato di un matrimonio politico deciso da Siriondil, padre di Tarannon, per cercare di evitare conflitti a sud. Non si trattò comunque di un matrimonio felice: Tarannon, che amava il mare, portò la moglie nella sua casa di Pelargir ma ella rifiutò di rimanervi, sostenendo di essere disgustata dall'odore del porto e del mare, ragion per cui si trasferì' a Osgiliath.  Indossava solo vestiti neri o argento poiché odiava colori e ornamenti elaborati. Viveva in stanze spoglie e vuote con nove gatti neri e uno bianco, suoi schiavi, con i quali conversava o li usava come spie per scoprire i segreti di Gondor. Utilizzava il gatto bianco per tormentare quelli neri e per leggere nelle loro menti cosicché nessuno a Gondor osava toccarli e tutti ne avevano paura e imprecavano quando li vedevano passare. Dal matrimonio non nacquero figli e Tarannon, che probabilmente non vedeva l'ora di liberarsi di una moglie tanto odiosa, prestò orecchio alle denunce degli alti dignitari di Gondor e caricò Beruthiel su una nave, sola con i suoi gatti, e la lasciò alla deriva del vento del Nord. In seguito a ciò il nome di Berúthiel venne stralciato dal Libro dei Re, ma il suo nome e la sua storia vennero ricordati a lungo a Gondor, tanto che la storia dei suoi gatti verrà raccontata da Aragorn quasi 2,000 anni dopo la morte della Regina.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.