FANDOM


La Battaglia di Lammoth fu la prima battaglia contro Morgoth combattuta dai Noldor delle schiere di Fingolfin nel Beleriand e il secondo grande scontro della Guerra dei Gioielli.

La battaglia fu terribile, ma alla fine i Noldor ne uscirono vincitori, anche se Argon, il figlio più giovane di Fingolfin, fu ucciso nei combattimenti.

Antefatti Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Fuga dei Noldor e Dagor-nuin-Giliath.

Dopo che Fëanor abbandonò le schiere di suo fratello Fingolfin nell'Helcaraxë, lui e i suoi figli raggiunsero la Terra di Mezzo sbarcando nella Baia di Losgar per poi dare fuoco alle navi. Il bagliore dell'immenso incendio raggiunse persino coloro che erano rimasti indietro, ed essi capirono di essere stati abbandonati giurando per questo eterna inimicizia a Fëanor e ai suoi figli ed invocando vendetta.

Mentre Fingolfin e i suoi intraprendevano il duro viaggio attraverso i ghiacci, Fëanor e i Noldor che erano con lui combatterono la prima grande battaglia della Guerra dei Gioielli nota come Dagor-nuin-Giliath: benché vittoriosi, Fëanor venne ferito a morte da Gothmog e dai suoi Balrog fuori dai cancelli di Angband.

I suoi figli furono così costretti a ritirarsi nuovamente nell'Hithlum dove, sotto il comando di Maedhros, ripresero a fortificare le proprie posizioni. Tuttavia Morgoth tese un inganno a Maedhros e, dopo averlo invitato a false trattative di pace, lo catturò per poi imprigionarlo ad Angband.

Lo scontro Modifica

Quando Fingolfin e le sue schiere giunsero finalmente nel Beleriand dopo la terribile marcia nell'Helcaraxë, il Re elfico ordinò che venissero suonati i corni di guerra e che fossero sventolati gli stendardi dei Noldor, affinché sia Morgoth sia i Figli di Fëanor fossero consci della sua venuta e della sua voglia di vendetta.

L'Oscuro Signore, preoccupato di una possibile riunificazione dei Noldor, inviò dunque un grande esercito di orchi che inizialmente colse di sorpresa le schiere di Fingolfin. Tuttavia si trattò di una situazione momentanea: i Noldor, nonostante fossero esausti per la traversata, erano molto numerosi e furiosi, così contrattaccarono i nemici e li spinsero indietro massacrandoli.

Nel corso del combattimento trovò la morte il valoroso Argon, figlio di Fingolfin, che si era lanciato in avanti cercando di uccidere il Capitano degli Orchi, riuscendo nel suo intento. Nonostante questa tragedia i Noldor furono vittoriosi e, dopo aver distrutto i nemici, giunsero nello Hithlum al primo sorgere della luna, stabilendosi nel nord del lago Mithrim.

Conseguenze Modifica

Dopo la battaglia le schiere di Fingolfin e dei Figli di Fëanor stettero per lungo tempo a fissarsi in cagnesco, con il rischio che da un momento all'altro scoppiasse una guerra civile, cosa che avrebbe fatto molto felice l'Oscuro Signore.

Tuttavia Fingon, che era stato molto amico di Maedhros, decise che quella situazione non poteva continuare e che l'unico che avrebbe potuto risolverla era Maedhros, in quel momento detenuto ad Angband. Così il figlio di Fingolfin raggiunse il Thangorodrim e, con l'aiuto di Thorondor, liberò il cugino dalla catena che lo imprigionava sulla vetta e lo riportò nell'Hithlum.

Ristabilitosi dalle ferite, Maedhros ristabilì la pace tra i Noldor che così poterono unire le forze contro Morgoth.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.