FANDOM


Arnor, conosciuto anche come Regno del Nord, fu un un grande regno degli Uomini fondato nel 3320 dai Numenoreani in esilio guidati da Elendil, giunti nella Terra di Mezzo dopo la distruzione di Númenor.

Inizialmente era unito a regno di Gondor, il quale era un reame vassallo di Arnor, con Elendil che regnava con il titolo di Alto Re di Arnor e Gondor, ma dopo la morte di Isildur nella Battaglia dei Campi Iridati, il reame di Gondor si separò dal Reame del Nord e iniziò una nuova dinastia con Meneldil, figlio di Anárion, mentre figlio minore di Isildur Valandil proseguì la dinastia nel nord.

A seguito di un periodo di espansione il regno fu sconvolto da una serie di eventi catastrofici e dalla guerra contro il regno di Angmar, fino a dissolversi definitivamente nel 1975 TE. Venne rifondato da Aragorn Elessar nel 3019 TE entrando a far parte del Reame Unito di Gondor e Arnor.

Etimologia Modifica

Arnor è un nome di origine Sindarin che significa letteralmente "Terra del Re". Altro nome Sindarin di questo regno era Arandorë, speculare al suo nome in Quenya di Arnanórë.

Descrizione Modifica

Territorio Modifica

Arnor map

Mappa del regno di Arnor, in bianco sono segnati i confini del regno nella sua massima espansione

Il Regno di Arnor occupava pressapoco l'intera regione dell'Eriador, ed era uno dei due reami in esilio dei Dúnedain nella Terra di Mezzo. Pur non essendo ricco e popoloso quanto il reame di Gondor, era tuttavia abbastanza potente e fintanto che fu unito mantenne buoni e proficui rapporti sia con i Nani che con gli Elfi. Rispetto al reame di Gondor la terra non era molto fertile, salvo in alcune zone, dunque molti dei suoi abitanti si dedicavano alla pastorizia o all'allevamento. Altra grande risorsa di questo reame era il legname, infatti le immense foreste dell'Eriador fornivano una scorta quasi illimitata di questo materiale. Il confine occidentale con il regno elfico del Lindon era delimitato dal Fiume Lune, mentre i confini orientali erano delimitati dai fiumi Bruinen e Inondagrigio.

Regioni Modifica

Sostanzialmente il regno di Arnor era suddiviso in tre grandi regioni, che in seguito divennero altrettanti regni dopo la morte di Re Eärendur nell'861 TE:

  • Arthedain: pressappoco occupava tutta l'area nord-occidentale del regno e nel suo territorio si trovavano le importanti città di Annúminas e Fornost, oltre alla fortezza di Amon Sûl.
  • Cardolan: sotto di essa ricadeva la parte centro-meridionale del regno e le terre generalmente considerate più fertili. Nel suo territorio si trovava la grande città di Tharbad.
  • Rhûdaur: regione che inglobava all'incirca la parte nord-occidentale del reame, era economicamente depressa e con una popolazione formata per la maggior parte da Uomini delle Colline, da sempre piuttosto riottosi all'autorità dei Dúnedain. Non si hanno notizie di grandi insediamenti in questo territorio.

Città e fortezze Modifica

Fornost2

La città di Fornost, ultima capitale del regno dei Dúnedain del nord prima della caduta

A differenza del reame di Gondor i Dúnedain non costruirono molte città in Arnor, ma edificarono comunque alcuni insediamenti e fortezze di una certa importanza. Queste erano:

  • Annúminas, antica capitale del regno costruita da Elendil sulle rive del Lago Evendim. Dopo la divisione del reame perse sempre più importanza fino ad essere abbandonata del tutto.
  • Fornost, città fortificata nel nord che divenne la capitale dell'Arthedain e l'ultima città dei Dúnedain del Nord a cadere nelle mani del Re Stregone di Angmar. Nei suoi pressi venne combattuta la Battaglia di Fornost nel 1975 TE.
  • Brea, antichissimo villaggio preesistente addirittura alla venuta dei Dúnedain posto praticamente al centro del'Eriador
  • Lond Daer, uno dei primi porti fondati dai Numenoreani nella Terra di Mezzo che tuttavia perse importanza in favore di Tharbad
  • Tharbad, forse una delle più grandi e popolose città fortificate del regno, costruita per proteggere i guadi meridionali dell'Inondagrigio
  • Amon Sûl, grande fortezza e sede di uno dei palantíri costruita da Elendil sulla più alta delle Colline del Vento. Fu più volte contesa tra il Rhudaur e l'Arthedain, i quali combatterono diverse battaglie per il suo controllo
  • Elostirion, la più alta delle torri di guardia costruite sui Colli Torrioni ad ovest sul confine con il Lindon e sede di uno dei Palantiri.

Popolazione e Cultura Modifica

Abitanti Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Dúnedain, Uomini Mediani, Uomini del Dunland e Uomini delle Colline.
Guerriero di Arnor

Un guerriero Dúnadan di Arnor

Durante la Seconda Era sotto il regno di Tar-Meneldur e di Tar-Aldarion molti Dúnedain di Númenor si stabilirono nel territorio dell'Eriador fondando diversi principati. Quando Elendil giunse nella Terra di Mezzo assieme ai superstiti di Númenor, in quella terra vi era una numerosa popolazione di Númenoreani, all'interno della quale andava però contata una cospicua percentuale di uomini frutto di unioni miste tra Dúnedain purosangue e Uomini del Nord.

La grande epidemia e le guerre civili che causarono la rovina del regno ridussero enormemente la popolazione, fino a che i Dúnedain purosangue furono ridotti a poche migliaia di unità. Soverchiati nel numero dalle altre popolazioni degli Uomini, i Dúnedain superstiti sotto la guida dei discendenti di Elendil, assunsero il nome di Raminghi del Nord, vivendo una vita appartata e in continua lotta contro le forze del male che minacciavano le genti dell'Eriador. All'inizio della Guerra dell'Anello, verso la fine della Terza Era, i Dúnedain erano ridotti a poche migliaia, impegnati soprattutto a proteggere i confini della Contea e i territori dell'Eriador dalle incursioni degli Orchi e dei Mannari.

Cultura Modifica

Nonostante la popolazione di Dúnedain in Arnor non fosse numerosa come quella di Gondor, essi comunque rappresentavano un gruppo molto numeroso e chiuso dunque, a differenza di quanto accadde a Gondor, le unioni miste tra Uomini dell'Ovesturia e Uomini Mediani non erano così diffuse. In questo modo, oltre al fatto che Elrond e la sua gente si mantennero sempre in contatto con i Re di Arnor, le antiche tradizioni e conoscenze dell'epoca di Númenor vennero mantenute vive più a lungo nel regno di Arnor e, nonostante la decadenza, i Dúnedain del Nord spesso erano più addentro agli antichi segreti rispetto anche i più importanti studiosi di Gondor.

La lingua principale degli abitanti di stirpe numenoreana era il Sindarin, anche se lingue come l'Adûnaico e l'Ovestron erano parimenti conosciute; non si hanno molte altre informazioni riguardo ad altri aspetti della cultura di questo regno, anche se è probabile che anche in queste terre fosse diffuso il "Culto dell'Identità".

Storia Modifica

Il dominio di Númenor e la venuta di Elendil nella Terra di Mezzo Modifica

Elendil giunge nella Terra di Mezzo by Turner Mohan

Lo sbarco di Elendil l'Alto nell'Eriador in un'illustrazione di Turner Mohan

"Et Eärello Endorenna utúlien.
Sinome maruvan ar Hildinyar tenn'Ambar-Metta!
Giungo dal Grande Mare nella Terra di Mezzo.
Sarà questa la mia dimora e quella dei miei eredi fino alla fine del mondo."
Giuramento di Elendil, citato da Aragorn, Il Signore degli Anelli, libro VI, cap, V, "Il Sovrintendente e il Re".

L'Eriador fu la prima regione ad essere la meta dell'espansione numenoreana nella Terra di Mezzo: nell'ottavo secolo della Seconda Era, il Principe Tar-Aldarion vi fondò infatti il porto di Lond Daer, primo insediamento numenoreano nella Terra di Mezzo, e in seguito edificarono la città di Tharbad presso il grande guado del fiume Inondagrigio. Negli anni successivi il centro degli interessi di Númenor si spostò presso il porto di Pelargir, tuttavia con l'affermarsi delle dottrine degli Uomini del Re, molti dei Fedeli che fuggivano dall'Ovesturia si stabilirono nei territori settentrionali. L'avvento al trono di Ar-Gimilzôr e suo nipote Ar-Pharazôn accelerò l'esodo di fedeli nella Terra di Mezzo.

Nell'anno 3320 SE il Principe Numenoreani Elendil l'Alto, scampato alla distruzione dell'Ovesturia, giunse sulle rive dell'Eriador con una parte della flotta numenoreana scampata al disastro, mentre le navi dei suoi figli Isildur e Anárion proseguirono verso sud raggiungendo l'antico porto numenoreano di Pelargir alla foce dell'Anduin. Elendil trovò in questi territori una corposa popolazione di Numenoreani e Uomini nati dall'unione tra Uomini del Nord e i primi, cui andarono ad aggiungersi i rifugiati di Númenor. Siccome Elendil era il più anziano esponente della Casa di Elros, alla quale appartenevano i Re di Númenor, fu riconosciuto dai Dúnedain della Terra di Mezzo quale Re Supremo dei Reami Unificati di Arnor e Gondor. Nel 3441 SE Elendil morì nella Battaglia di Dagorlad e a succedergli fu il figlio Isildur, mentre il trono di Gondor fu affidato al nipote Meneldil.

L'espansione e la separazione del reame Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Arthedain, Cardolan, Rhudaur e Guerra per Amon Sûl.
Valandil

Valandil, figlio minore di Isildur e primo Re di Arnor

Dopo la morte di Isildur e dei suoi figli maggiori nel Disastro dei Campi Iridati, il regno fu governato da Valandil, il più giovane tra i figli del Re, che regnò per oltre 250 anni. Dopo Valandil vi furono dieci Re che espansero il dominio di Arnor nelle regioni dell'Eriador, sottomettendo gli ostili Uomini del Dunland e creando un grande benessere sia per i Dúnedain del nord, che crebbero in numero e potenza, che per gli Uomini Mediani loro affini che abitavano quelle terre.
I Regni dei Dúnedain del Nord

I regni dei Dúnedain del nord dopo la divisione: Arthedain (rosso), Cardolan (verde) e Rhudaur (giallo)

Nell'861 TE Re Eärendur, decimo Re della Linea di Valandil, morì lasciando tre figli: Amlaith, Thorondur e Aldarion. Siccome i due figli più giovani non accettarono l'ascesa al trono di Amlaith, questi dettero inizio ad una breve guerra civile che si concluse con la divisione di Arnor in tre regni distinti: l'Arthedain, che fu governato da Amlaith e dai suoi discendenti, il Cardolan, che toccò a Thorondur, e il Rhudaur che invece fu assegnato ad Aldarion il minore dei tre fratelli.

Di questi tre regni l'Arthedain e il Cardolan, abitati in maggioranza da Dúnedain e Uomini benevoli, furono certamente i più ricchi e potenti mentre il Rhudaur, abitato da pochi Dúnedain e da molti Uomini del Dunland, era povero e debole e fu sempre ostile agli altri due, combattendo diverse guerre sia contro il Cardolan che contro l'Arthedain per il controllo della torre di Amon Sûl.

Guerra con Angmar e la Caduta del Regno Modifica

Exquisite-kfind Per approfondire, vedi le voci Guerra tra Angmar e Arnor e Battaglia di Fornost.

Nel 1050 TE Sauron era ritornato nella Terra di Mezzo stabilendosi a Dol Guldur, l'antica fortezza di Re Oropher, e da lì aveva cominciato a progettare la propria rivincita contro i regni dei Dúnedain. Il suo sguardo ricadde sull'Eriador, dove il Regno di Arnor si era diviso in tre regni più piccoli ostili tra di loro e con pochi punti di contatto con il ben più potente Regno di Gondor. L'Oscuro Signore inviò dunque i suoi servitori sulle Montagne Nebbiose affinché lavorassero per accelerare la caduta dei Dúnedain del Nord; tra questi vi era il Re Stregone di Angmar, il quale si stabilì nella Valle di Carn Dûm e cominciò a tessere le sue trame, radunando i servitori del Male.

Nel 1300 TE il Re Stregone, ritenendosi ormai abbastanza forte, rivelò la propria presenza al mondo anche se non venne subito collegato a Sauron. Nel 1350 TE il regno del Rhudaur, il più debole dei tre regni dei Dúnedain del Nord, cadde sotto il controllo di Angmar praticamente senza resistenza e vi vennero installati una serie di re fantoccio. Il secondo regno ad essere attaccato nel 1407 TE fu il Cardolan, il quale resistette più a lungo ritardando la propria caduta di quasi un secolo e mezzo; tuttavia il Re Stregone per vendicarsi devastò la regione rendendola invivibile, ed evocò dei terribili spiriti maligni che inviò a infestare le tombe dei suoi nemici nelle Tumulilande che da allora divennero un luogo maledetto.

La Guerra dell'Anello e la riunificazione con Gondor Modifica

Regni riuniti di Arnor e Gondor

Arnor e Gondor riuniti sotto il regno di Re Elessar

Nel 3019 TE durante la Guerra dell'Anello i Dúnedain di Arnor inviarono 50 dei loro migliori guerrieri per aiutare Aragorn contro le truppe di Mordor che stringevano d'assedio Gondor. Dopo la sconfitta di Sauron e l'incoronazione di Re Elessar fu ripristinata l'unità dei due regni e Arnor tornò ad essere un reame fratello di Gondor. Re Elessar regnò per 120 anni, durante i quali si adoperò per riportare entrambi i regni al loro antico splendore ricostruendo città ed inviando coloni da Gondor perché tornassero a popolare gli immensi territori da tempo abbandonati. Significativo fu tuttavia il provvedimento che rese la Contea un'entità completamente indipendente sotto la protezione del Re e faceva assoluto divieto agli uomini di entrare nel territorio degli Hobbit. Non si conosce la situazione del Regno sotto il successore di Elessar Eldarion, ma si suppone che egli abbia continuato la politica paterna.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.