Annael fu un elfo della stirpe dei Sindar che visse nella regione dell'Hithlum durante la Prima Era. Fu il tutore di Tuor finché non furono separati in tragiche circostanze.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Annael è un nome di origine Sindarin il cui significato non è chiaro.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Non si sa quando Annael nacque, ma è probabile che sia venuto al mondo alla fine degli Anni degli Alberi. Abitò sempre nella regione dell'Hithlum e, quando i Noldor tornarono nella Terra di Mezzo, fu tra quei Sindar che accettarono Fingolfin come proprio Re.

Prima del suo incontro con Tuor si sa ben poco, ma è probabile che abbia combattuto nella Guerra dei Gioielli prendendo parte alla principali battaglie. Combatté nella Nirnaeth Arnoediad e fu testimone della morte di Huor e della cattura di Húrin. Riuscito a scampare alla battaglia ritornò nell'Hithlum dove radunò i superstiti dei Sindar e con essi si nascose nelle caverne presso il Lago Mithrim. Qui furono raggiunti da Rían, la moglie di Huor, che era in fuga dal Dor-lómin occupato dagli Esterlings. Siccome era incinta gli Elfi la soccorsero e l'aiutarono a partorire nelle grotte che erano il loro rifugio. Come seppe della morte del marito, Rían affidò il figlio, da lei chiamato Tuor, ad Annael e poi si recò sul luogo della Nirnaeth Arnoediad per poi lasciarsi morire.

Per i sedici anni successivi Annael allevò Tuor come se fosse suo figlio, insegnandogli a combattere alla maniera dei Sindar e trasmettendogli le conoscenze elfiche. Nel 488 PE Annael decise di condurre il suo popolo a sud per unirsi a Círdan che ancora resisteva, ma durante il viaggio furono assaliti da una numerosa banda di Esterlings e Orchi. Annael e alcuni altri riuscirono a fuggire ma Tuor fu catturato e venduto come schiavo al capo Esterling Lorgan. Annael riuscì infine a raggiungere Círdan, ma il suo destino successivo è ignoto.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.