FANDOM


Boromir2 Questo articolo è soltanto un abbozzo
Per favore, aiuta Tolkienpedia a espanderlo, se puoi.
"Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende..."
—Passo della Poesia dell'Anello

Gli Anelli degli Uomini, noti anche come Nove Anelli, erano quegli Anelli del Potere forgiati da Celebrimbor con l'aiuto di Sauron e che in seguito quest'ultimo donò a potenti signori e maghi della razza degli Uomini.

A differenza degli Elfi e dei Nani, che non subirono l'influsso del male, i possessori di questi artefatti si sottomisero uno ad uno a Sauron, diventando gli spettri malvagi completamenti assoggettati alla volontà dell'Oscuro Signore poi noti come Nazgûl.

Descrizione

Non sono pervenute descrizioni di questi anelli né di quali fossero esattamente i poteri ad essi collegati: è probabile che fossero cesellati d'oro con pietre preziose incastonate ma non si sa molto di più.

Avevano il potere di allungare grandemente la vita, di aumentarne i poteri e anche di assoggettare alla volontà del portatore le menti più deboli. È probabile che condividessero con gli Anelli dei Nani la facoltà di accumulare grandi ricchezze.

Storia

Adattamenti

Il Signore degli Anelli Online (2017)

In questa espansione i Nove Anelli sono chiamati "Orôm, il Guerrafondaio", "Sâkhla, il Crudele" e "Adâsh, il Nemico", dati rispettivamente al tenente di Dol Guldur e ad altri due sovrani pasquali; "Jûru, l'araldo del lutto", "Mêbat, il mangiatore di mirti", e "Khânto, il terapeuta", dati ad Haradrim; e "Sapthân, the Foolstone", "Nitîr, Terror's Sting" e "Ûri, the Heart-stopper", dati a Númenóreans, il terzo dei quali divenne il Re Stregone di Angmar.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.