FANDOM


"Aragorn il figlio di Arathorn partiva per combattere sulle soglie di Mordor. Splendente era la spada di nuovo intera: la luce del sole vi risplendeva rossa, e quella della luna vi brillava fredda, ed il filo vivo era duro e acuminato. Aragorn le diede un nuovo nome e la chiamò Andúril: Fiamma dell'Occidente."
Il Signore degli Anelli, libro II, cap. III, "L'Anello va a Sud".
Andúril era il nome della spada di utilizzata da Aragorn durante la Guerra dell'Anello e che divenne l'arma dei suoi successori al trono del reame unificato di Arnor e Gondor.

La spada originariamente si chiamava Narsil, ed era la spada di Elendil ma quando venne riforgiata nel 3018 TE Aragorn le dette un nuovo nome.

Etimologia Modifica

La spada fu chiamata Andúril, che in Quenya significa letteralmente "Fiamma dell'Ovest", dall'unione delle parole Andúnë (Ovest) e ril (Fiamma).

Descrizione Modifica

La spada non viene descritta precisamente nel libro, ma viene semplicemente presentata come una spada ad una mano e mezza, quindi si può supporre che sia lunga un metro e forse qualcosa di più.

Sulla lama vennero incise delle rune e vi venne anche inciso un emblema composto da sette stelle fra la Luna crescente e il Sole raggiante.

Storia Modifica

Riforgiando la spada che fu rotta by abepapakhian

I fabbri di Imladris forgiano Andúril dai frammenti di Narsil

Andúril venne riforgiata dai frammenti della spada Narsil, che i discendenti della linea di Valandil, figlio di Isildur, avevano conservato gelosamente per oltre tremila anni.

Ad essa lavorarono i maestri fabbri di Gran Burrone che, una volta riunito i frammenti della spada, vi incisero sopra un nuovo emblema per Aragorn: sette stella fra la Luna crescente e il Sole raggiante circondate da molte rune.

Aragorn partì da Gran Burrone il 25 dicembre 3019 TE portando con sé come arma unicamente Andúril e nient'altro. Il suo battesimo del fuoco fu a Moria durante lo Scontro sulla Tomba di Balin, durante il quale si rivelò estremamente efficace. A Lothlórien, al momento di riprendere il viaggio, Dama Galadriel e Sire Celeborn vollero omaggiare Aragorn di un magnifico fodero per Andúril.

"«Questo è il dono di Celeborn e di Galadriel al capo della Compagnia», disse ad Aragorn, dandogli un fodero creato apposta per la sua spada. Una ghirlanda di fiori e foglie d’oro e d’argento lo ornava, e delle gemme erano incastonate in modo da formare il nome Andùril e il lignaggio della spada in rune elfiche. «La lama tratta da codesto fodero non verrà macchiata né spezzata neanche nella sconfitta»"
Il Signore degli Anelli, libro II, cap. VIII, "Addio a Lórien"

La spada lo accompagnò per tutta la durata della Guerra dell'Anello e, dopo la vittoria su Sauron, gli cinse il fianco per l'intera durata del suo regno. Dopo la sua morta la spada passò a suo figlio Eldarion.

Adattamenti Modifica

Il Signore degli Anelli (1978) Modifica

Aragorn e Andúril nel film di Bakshi

Andúril, in mano ad Aragorn, nella versione del 1978.

La spada è stata riprodotta in diversi modi nei vari adattamenti cinematografici e animati de Il Signore degli Anelli.

Ne Il Signore degli Anelli (1978) di Ralph Bakshi, la spada viene rappresentata come una normale spada ad una mano un po' più lunga rispetto alle altre ma senza particolari fronzoli. La cosa interessante in questo film, deludente per alcuni aspetti ma molto buono per altri, è che il regista decise di seguire esattamente la storia della spada, mostrandola sia nella forma di Narsil spezzata che una volta riforgiata e affidata a Aragorn una volta che questo partì da Gran Burrone.

Trilogia de Il Signore degli Anelli (2001-2003) Modifica

Anduril e Aragorn nella versione di Peter Jackson

Andúril, sempre in mano ad Aragorn, nella versione di Peter Jackson.

Nella Trilogia di Peter Jackson sono state invece adottate soluzioni differenti: la spada non viene custodita nel fodero da Aragorn fin dall'inizio, come nel libro, ma inizialmente è tenuta a Gran Burrone in attesa di essere riforgiata, mentre Aragorn nei primi due film, è armato con una spada diversa benché di foggia simile.

La spada verrà riforgiata unicamente nel film Il Ritorno del Re e sarà consegnata a Aragorn personalmente da Elrond, mentre il primo è a Dunclivo assieme ai Rohirrim in attesa di partire per Gondor.

Dopo essere stata riforgiata sulla sua lama vengono incise in rune elfiche le seguenti parole:

"Nányë Andúril i né Narsil i macil Elendilo. Lercuvanten i móli Mordórëo. Isil "
—Davide Salo, Iscrizione su Andúril

Che tradotto significa:

"Sono Anduril che era Narsil, la spada di Elendil. Lasciate che gli schiavi di Mordor fuggano da me. Luna"
—Traduzione
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.